Ville Storiche senza custodia: si punta sul ritorno dei manutentori civici

Da piazza Vittorio al Parco di Colle Oppio, la guardiania delle ville storiche romane resta problematica. Tra le soluzioni annunciate dal Campidoglio, l'assunzione di 50 manutentori civici

Dalla pagina facebook "I 50 Manutentori civici"

Dal primo aprile, il servizio di apertura e chiusura della ville storiche non è più garantito. Il bando precedente, già scaduto, era stato infatti prorogato solo fino al 31 marzo. Da qui la necessità di trovare una soluzione, avvalendosi del lavoro del Servizio Giardini, recentemente incrementato di 30 unità. Inoltre, “per un periodo pari a 6 mesi – ha fatto sapere Daniele Diaco, nel corso dell'ultima a commissione Ambiente – sarà riavviato il progetto relativo all'utilizzo di 50 manutentori civici”.

I MANUTENTORI CIVICI - La figura del manutentore civico, è stata già sperimentata nel corso del 2016. Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione tra Roma Capitale, Servizio Giardini e la Fondazione Roma Solidale Onlus con cui si era puntato al reinserimento dei disoccupati. Grazie a questa formula, cinquanta persone erano state assunte con contratto part-time, di 20 ore settimanali. A loro era andato il compito di effettuare la manutenzione del verde nelle ville storiche.

LE SOLUZIONI AL VAGLIO - Per la gestione delle aree verdi presenti nelle ville storiche, “stiamo altresì rivedendo il contratto di servizio con AMA, al fine di assicurare un'ulteriore pulizia delle aree interne ai parchi e alle ville” ha spiegato sempre il presidente della commissione Ambiente Daniele  Diaco. Chiesta anche la collaborazione delle forze dell’ordine in modo da contrastare i bivacchi all’interno del verde delle ville storiche.

I CONTROLLI - Il problema dei clochard che pernottano nelle ville storiche non è non secondario. “All'interno dei parchi il personale del servizio giardini non ha la facoltà di portare fuori i senza fissa dimora - ha infatti ricordato Diaco (M5S) - serve pertanto un accordo con la Polizia locale, la Prefettura e la Questura affinchè questo non accada più”. Manutentori civici, nuovi giardinieri, presidi fissi. “Nonostante le difficoltà economiche e logistiche che abbiamo ereditato dalle precedenti Amministrazioni – ha concluso il presidente della commissione Ambiente – vogliamo risolvere una criticità che, da troppo tempo, penalizza i cittadini”. Serve una strategia chiara. In altre parole, serve un nuovo bando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento