rotate-mobile
Politica Monteverde / Via Aurelia Antica

Villa Pamphilj, i bagni pubblici sono chiusi dal 2016: “E’ un disservizio intollerabile”

Presentata un’interrogazione alla Sindaca sui 4 bagni di villa Pamphilj rimasti off limits. Dovevano riaprire nel 2018

Chiusi dal 2016. I bagni pubblici, presenti a Villa Pamphilj, sono fuori uso da cinque anni. Le strutture che ospitano i quattro servizi igienici offlimits,  sono dislocate lungo tutto il perimetro della villa. In via Aurelia Antica 183 e 327, in via della Nocetta 30 ed all’Arco dei 4 venti. E sono tutti inesorabilmente inutilizzabili.

L'interrogazione di De Vito

Sulle cause del prolungato disservizio, Marcello De Vito (Forza Italia) ha presentato un’interrogazione alla Sindaca ed alla sua Giunta. Anche perché, nonostante nell’aprile del 2021 siano stati impegnati dei fondi a favore di una cooperativa che doveva garantire la loro manutenzione, questi bagni sono rimasti ancora chiusi. Un disagio notevole per i tanti frequentatori della storica villa che, più volte, è stato sottolineato dagli stessi cittadini.

L'aspettativa disattesa

Nel 2017 il presidente della commissione Sport Angelo Diario (M5s) aveva anche realizzato un video per affrontare la questione. In quella circostanza aveva annunciato che “l’amministrazione stava lavorando “per riaprire, entro la fine del 2018, sette bagni: uno a Villa Celimontana, uno a Villa Ada, uno a Villa Borghese e quattro a Villa Pamphilj”. Questi ultimi, come documentato attraverso frequenti reportage dall’associazione Villa Pamphilj, non sono tornati in funzione.

Un disservzizio intollerabile

Sulla questione è intervenuta anche la Lega. Per Fabrizio Santori e Giovanni Picone, quello dei “bagni chiusi da anni” nella storica villa, rappresenta "Un disservizio intollerabile che denota ancora una volta la sciatteria amministrativa della sindaca Raggi e del Municipio XII governato dal M5S”. A farne le spese le famiglie, i runner, i turisti ed in generale tutti i frequentatori del prezioso polmone verde.

Le domande a cui rispondere

Alla Giunta Raggi il compito di spiegare come sono stati spesi i fondi per la manutenzione dei bagni “quasi 65mila euro” hanno ricordato Santori e Picone. Ma soprattutto la Giunta, incalzata dall’interrogazione dell’ex M5s De Vito, dovrà chiarire quali azioni mettere in campo per ripristinare la funzionalità dei servizi igienici.

bagni villa pamphilj foto Santori-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Pamphilj, i bagni pubblici sono chiusi dal 2016: “E’ un disservizio intollerabile”

RomaToday è in caricamento