Vigili del Fuoco a corto di autoscale, solo due in tutta Roma: "A rischio sicurezza"

I mezzi speciali spostati da un quartiere all'altro per rispondere alle emergenze, la denuncia della Fp Cgil: "Lavoratori e i cittadini pagano i tagli"

I Vigili del Fuoco di Roma a corto di autoscale. Solo due quelle a disposizione sull'intero territorio della Capitale con le squadre costrette a spostare i mezzi da Torrevecchia a Pietralata, dall'Eur a Prati, e spesso anche fuori città, per rispondere alle emergenze. 

Vigili del Fuoco: due sole autoscale a Roma

Una "grave carenza" già più volte denunciata dai sindacati solerti nel sottolineare come l'esiguo numero di autoscale esponga lavoratori e cittadini "a enormi rischi". 

Sì perchè le autoscale sono quei mezzi speciali utilizzati per operazioni di soccorso in particolari situazioni che richiedono il raggiungimento di piani alti di edifici o di strutture non raggiungibili con le normali attrezzature. 

Così senza autoscale salvataggi di persone e spegnimento di incendi "ad alta quota" diventano più ardui, più rischiosi per chi si trova in pericolo e per i soccorritori. 

La denuncia della Fp Cgil: "A rischio sicurezza"

"Lo scorso 15 settembre ennesima tragedia sfiorata in zona Cinecittà dove una squadra è intervenuta in soccorso di una persona aggrappata ad una finestra. La squadra è intervenuta senza l’ausilio dell’autoscala della sede Tuscolano 2°, fuori servizio ormai da tempo. Poco dopo l’arrivo dei Vigili - raccontano dalla Fp Cgil - la persona è caduta sui materassi e i cuscini messi sotto la finestra, riportando ferite non gravi. Sono episodi che purtroppo si ripetono".

Vigili del Fuoco a corto di autoscale: denunce inascoltate

Ma nonostante le denunce per i Vigili del Fuoco di Roma nulla è cambiato: restano solo due le autoscale a disposizione in tutta la città. La terza è dislocata a 90 km da Roma e serve Civitavecchia e l'intera area nord della provincia. 

"Ancora una volta i lavoratori e i cittadini pagano i tagli e le politiche di disinvestimento messe in atto da anni sul corpo. A rischio la sicurezza dei cittadini e degli stessi lavoratori, i cui rischi aumentano al diminuire di condizioni di sicurezza e adeguate dotazioni strumentali" - denuncia il sindacato chiedendo "atti concreti, che sostituiscano le troppe promesse fatte". 

"Servono interventi seri per garantire - sottolinea la Cgil - un soccorso adeguato ai cittadini e condizioni di lavoro dignitose per tutti coloro che operano nel corpo dei Vigili del Fuoco della città". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

Torna su
RomaToday è in caricamento