rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Emergenza rifiuti, la rabbia dei vigili contro Ziantoni: "Invece di trovare soluzioni, cerca solo colpevoli"

Il Sulpl: "Ridicolo pensare che roghi e mancata raccolta siano colpa dei pochi controlli". Uil: "Scarica su di noi le responsabilità della politica"

"Si vuole coprire lo scempio dei rifiuti lasciati a terra con un verbale della polizia locale. Tutto questo è l'ennesima conferma che sui rifiuti quest'amministrazione punta solo a cercare e indicare colpevoli, invece di trovare soluzioni". Giancarlo Cosentino, segretario Cisl della funziona pubblica di Roma, non ci sta e dopo la lettera con cui l'assessora ai rifiuti Katia Ziantoni chiede ai vigili maggiori controlli e multe contro "l'abbandono indiscriminato dei rifiuti", ci tiene a dire la sua.

Nella polizia locale, dal singolo agente ai dirigenti fino ai sindacalisti, lo stato d'animo è infatti di profonda indignazione dopo la lettera, nonostante, va detto, con questa amministrazione e in particolare con l'assessore al personale Antonio De Santis i rapporti siano sempre stati ottimi. 

L'affondo di Ziantoni però non è piaciuto e i sindacati, durante questi anni quasi sempre silenti, tornano a parlare e non usano parole certamente dolci. Giancalo Cosentino, contattato da RomaToday, spiega: "Il richiamo contenuto nella lettera è un evidente tentativo di ricerca del colpevole e non delle soluzioni. Appare uno smacco additare i cittadini e i vigili che non li multano come i responsabili di quest'emergenza". Uno smacco doppio perché a Roma "i cittadini ormai non trovano i cassonetti, letteralmente sommersi dai rifiuti e noi dovremmo andare a sanzionarli. Il decoro di Roma non può trovare soluzione con l'aumento delle sanzioni: i rifiuti non si possono coprire con un verbale della polizia locale". 

Sulla linea di Cosentino anche Franco Cirulli, segretario responsabile polizia locale UIL di Roma che a RomaToday spiega: "E' palese a tutti i romani come sia la mancanza di impianti ad aver creato questa emergenza. Da parte dell'assessora, con quella lettera, si palesa la volontà di scaricare le responsabilità della politica (che non sono solo dell'amministrazione m5s, aggiunge) su altri". Cirulli entra poi nello specifico: "Abbiamo in tutto il corpo 40 fototrappole. Si vogliono più sanzioni? L'assessora Ziantoni investa più soldi per le fototrappole. Non è immaginabile che i vigili che in questa città si occupano praticamente di tutto, debbano presidiare anche i singoli cassonetti".  Quindi il sindacalista della Uil ricorda come il corpo sia ancora sottodimensionato, nonostante le assunzioni, rispetto alle prescrizioni della legge regionale: "Siamo sotto organico di quasi 3000 unità e le funzioni aumentano di continuo. A breve saremo impegnati nel progetto del vigile di quartiere e lo faremo come sempre con il massimo della dedizione. Non possiamo però accettare lo scaricabarile su di noi su tutto quello che la politica non riesce a risolvere". 

Anche il Sulpl, nella parole del segretario romano aggiunto, Marco Milani, non le manda a dire: "Non possiamo non declinare ogni responsabilità sulla gestione del problema rifiuti, sulla mancanza di capacità amministrativa di istituzioni e strutture preposte, trovando ridicolo come si possa semplicemente ipotizzare, che la mancata raccolta di cumuli di rifiuti giacenti, od i roghi degli stessi appiccati illecitamente da cittadini disperati, siano ascrivibili ai mancati controllo del Corpo di Polizia Cittadino". "Ricordiamo all'assessore come il Corpo di Polizia Locale, giá sotto organico e con lavoratori giá pesantemente spremuti in violazione alle norme contrattuali sugli straordinari, che potrebbero veder presto un intervento della Corte dei Conti, abbia moltissime altre competenze che vanno dalla viabilità,  polizia stradale, al rilevamento degli incidenti passando per gli sgomberi di appartamenti occupati e controllo dei campi nomadi. Nonostante tutto questo non sono mancate importanti operazioni di contrasto ai reati ambientali. Accostare l'attività del Corpo al fallimento della gestione rifiuti, lo troviamo quantomeno ingeneroso". 

La replica di Ziantoni ai sindacati della polizia locale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, la rabbia dei vigili contro Ziantoni: "Invece di trovare soluzioni, cerca solo colpevoli"

RomaToday è in caricamento