Mimmo Lucano alla Sapienza: no della Questura alla manifestazione di Forza Nuova

La Questura non autorizza il comizio di Forza Nuova previsto per contestare l'arrivo del sindaco Lucano: Fiore non ci sta e attacca: "Saremo come convenuto a piazza Aldo Moro. Forza Nuova parla come, dove e quando vuole"

Mimmo Lucano (foto Ansa Ettore Ferrari)

Martedì 13 maggio Mimmo Lucano, sindaco sospeso di Riace terrà la sua lezione alla Sapienza. Il modello d'integrazione lanciato nella cittadina calabrese, verrà così raccontato agli studenti dell'Ateneo romano. Anche se c'è chi  avrebbe voluto che, questa possibilità, non gli venisse concessa. 

Il comizio annunciato da Forza Nuova

Gli attivisti di Forza Nuova, da giorni, stanno contestando l'arrivo di Mimmo Lucano alla facoltà di Lettere, dov'è previsto l'incontro. Attraverso la propria pagina facebook, la formazione di estrema destra aveva infatti annunciato l'intenzione di presentarsi " in comizio con Roberto Fiore, pronti a bloccare la conferenza del sindaco". In tal modo gli attivisti di Forza Nuova, attraverso i propri canali social, avevano annunciato la propria contestazione. Non senza sollevare un coro di proteste.

La Questura nega l'autorizzazione

Per motivi di ordine e sicurezza pubblica, il Questore di Roma ha vietato la manifestazione dei neofascisti alla Sapienza. La notizia è stata prontamente commentata dal leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. "Stupisce come per i difensori delle libertà astratte di tutto e di tutti la libertà finisca con Forza Nuova – ha commentato Fiore - Non si capisce infatti come un diritto sacrosanto, quello di fare in comizio in campagna elettorale e una tematica legittima, quella di attaccare politicamente il signor Lucano sul fallimentare e ridicolo esempio di integrazione di Riace, siano un'eccezione a questa 'regola democratica'".

La reazione di Forza Nuova

La mancata autorizzazione della Questura non sembra però abbia scoraggiato Fiore. "Io e Forza Nuova- aggiunge il leader della formazione di estrema destra -saremo come convenuto lunedì a Piazza Aldo Moro. Antifascismo e arroganza sono una cosa del passato, l'Italja è cambiata e Forza Nuova parla come, dove e quando vuole, e non si fa dettare l'agenda politica dalla Questura e dalla Digos. E nemmeno dal Ministro Salvini".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento