Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scomunicato da Grillo attacca: "M5s da quando è al potere ha smesso di parlare a nome dei cittadini"

Francesco Sanvitto, durante un'assemblea pubblica affonda il colpo dopo la scomunica del comico leader del MoVimento: "Non è il tavolo o l'architetto Sanvitto che parlano a nome del Movimento 5 Stelle, è il contrario"

 

Prima ha spinto Beppe Grillo a dire che sulle "questioni inerenti le amministrazioni guidate dal MoVimento 5 Stelle gli unici titolati a parlare, in nome e per conto del M5S, sono gli eletti. Chiunque altro si esprime solo a titolo personale". Poi, non piegato dalle dichiarazioni del comico leader, lo ha costretto ad un post scriptum in cui ha fatto esplicitamente il suo nome: "Francesco Sanvitto e il cosiddetto tavolo urbanistica non parlano a nome del MoVimento 5 Stelle e non sono titolati a farlo".

LEGGI ANCHE -  Stadio della Roma, Grillo depotenzia la base: "Non parla a nome del Movimento"

Una scomunica a tutti gli effetti che anche in questo caso però non ha scalfito l'architetto e militante della prima ora. Lui Francesco Sanvitto ha preso la parola ieri al Caffè letterario di via Ostiense, in occasione di un incontro su un altro dossier urbanistico che divide il Movimento: il progetto sugli ex Mercati generali. 

LEGGI ANCHE - Stadio della Roma, Grillo scomunica i militanti del tavolo Urbanistica

E Sanvitto non le ha mandate a dire: "Il problema è che quando sono andati al potere hanno smesso di parlare a nome nostro, e noi siamo dei cittadini che hanno diritto di parola e di esprimere il nostro pensiero sulla città". Rivolto alla platea dice: "Grazie per il coraggio di avermi invitato qui- dice alla platea- sono diventato pericoloso per il Movimento 5 Stelle tanto da meritare un post scriptum sul blog nazionale in cui si dice che la mia non è la voce del Movimento 5 Stelle. Ma noi non abbiamo mai parlato per conto del Movimento. Il nostro tavolo di Urbanistica è in piedi da quasi dieci anni, e io sono un attivista da dieci anni e ho sempre parlato a titolo personale. Ho sviluppato con i compagni del tavolo il programma urbanistico per questa città, a tutte le elezioni che ci sono state. Poi- incalza- il Movimento 5 Stelle lo ha ripreso paro paro ed è diventato il programma del Movimento 5 Stelle. Non è il tavolo o l'architetto Sanvitto che parlano a nome del Movimento 5 Stelle, è il contrario: il Movimento Cinque stelle parla a nome nostro", conclude. E il pubblico lo applaude. [FONTE VIDEO AGENZIA DIRE]

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento