Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | I richiedenti asilo diventano 'volontari del verde': "Felici di fare qualcosa per Roma"

Si è concluso oggi, venerdì 16 marzo, il primo ciclo di formazione presso la Casa del Giardinaggio di via Ardeatina per “operatori del verde” a cui hanno aderito 28 richiedenti ospiti delle strutture gestite da Croce Rossa nella città di Roma

 

Un progetto partito con l’accordo tra la Prefettura e il Comune di Roma dello scorso 6 aprile, a cui ha aderito Croce Rossa italiana: “I ragazzi hanno partecipato volentieri - spiega Debora Diodati, presidente di Croce Rossa Roma - questo perché per è un ottimo progetto di inclusione da una parte, dall’altra offre l’opportunità ai richiedenti asilo di sentirsi utili e di restituire, almeno in parte, l’accoglienza che stanno ricevendo da Roma, occupandosi della città”. 

“Questo è il primo di una sere di progetti di inclusione analoghi che intendiamo attivare in città - spiega l’assessore capitolino alle Politiche sociali, Laura Baldassarre - dopo il breve corso di formazione i ragazzi. tutti volontari, lavoreranno per tre mesi con gli operatori del Servizio giardini e alla fine riceveranno un attestato che potranno utilizzare magare per cercare lavoro in futuro”.

Dando una mano concreta alla città: “Certo è un aiuto importante per noi - sottolinea Pinuccia Montanari, assessore all’’Ambiente di Roma Capitale - stiamo cercando di pianificare il lavoro del Servizio giardini partendo dai municipi, ma per gestire i 44mila ettari di parco e verde pubblico di Roma serve personale comunale, e stiamo intervento anche su questo con le 44 assunzioni fatte nell’ultimo anno e il centinaio in previsione”.

I volontari saranno assegnati ai giardini pubblici e affiancati al personale professionista, sotto la responsabilità del funzionario del Servizio giardini del municipio di competenza, che svolgerà per loro funzione di tutor. Mentre i partecipanti avranno l’obbligo di attestare la loro presenza firmando quotidianamente un apposito modulo all’inizio e alla fine dell’attività.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento