Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | I precari della scuola sotto al Ministero: "Basta con docenti usa e getta, vogliamo la stabilizzazione"

La manifestazione nazionale di protesta dei precari della scuola sotto al ministero guidato da Lucia Azzolina

 

Con l’inizio dell’anno scolastico ormai alle porte, i precari storici della scuola tornano in piazza, mercoledì 2 settembre, per far sentire la propria voce: docenti ed educatori che stanno ormai accumulando anni e anni di lavoro in cattedra con contratti a termine e con tutte e conseguenze che questo comporta.

Dopo Montecitorio è il turno del ministero all'Istruzione di viale Trastevere: “Gli studenti hanno il diritto di godere della continuità didattica, troppo spesso solo millantata dal Ministero ma mai seriamente perseguita - dicono i manifestanti -, tanto è vero che il nuovo anno scolastico inizierà con almeno 200 mila docenti precari, dei quali circa 70 mila vantano almeno 3 anni di servizio. Questi docenti dovrebbero avere la possibilità di vedersi stabilizzati se l’Italia rispettasse la direttiva CE 70/1999 e se garantisse ad essi il diritto al lavoro”.

Lavoratori arrivati da tutta Italia. Accanto a loro anche gli studenti con due organizzazioni romane: “Anche questo fa parte del diritto allo studio, avere dei professori che siano finalmente stabilizzati”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento