Martedì, 16 Luglio 2024

VIDEO | Pedaggio A24, la protesta dei sindaci sotto il ministero "sveglia" Toninelli

I sindaci strappano il primo impegno al Ministro Toninelli: dal primo ottobre verranno ripristinate le tariffe precedenti all’ultimo aumento di gennaio 2018. Grande assente alla mobilitazione, il Comune di Roma.

Si sono presentati con le loro fasce tricolore al collo, intonando l’inno di Mameli, e chidendo un incontro urgente con il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli. Sono i sindaci dei comuni che si affacciano sull’autostrada A24 e A25, (Strada dei Parchi), e che dai loro territori si sono dati appuntamento stamattina, mercoledì 19 settembre, sotto il dicastero di Porta Pia

Ripristino delle tariffe autostradali prima dell’ultimo aumento dello scorso gennaio. Un tavolo permanente di concertazione e condivisione tra sindaci, concessionario e ministero. Riduzione delle tariffe e maggiore trasparenza. Sono queste le principali richieste avanzate dai sindaci al Ministro Toninelli, già incontrato in due occasione nello scorso mese di luglio senza ottenere alcuna risposta. Mentre oggi, vista la manifestazione, il titolare del dicastero non solo è sceso ad incontrarli nell'atrio, ma ha anche lanciato un primo intervento: “Dal primo ottobre verrà ripristinato il pedaggio com’era prima dell’ultimo aumento - spiega Velia Nazzaro, prima cittadina di Carsoli e portavoce dei sindaci al temine del confronto con Toninelli -, questa riduzione sarà a carico del concessionario. Per noi è un passo importante anche se quello successivo sarà una ridiscussione generale delle tariffe. Il ministro ci ha assicurato che, a seguito delll'approvaizone del Def, si troverà spazio ad ulteriori ribassi dei pedaggi che in ogni caso restano molto, troppo, alti”.

Basti pensare che da Carsoli a Roma ci vogliono 7 euro, da Chieti si arriva quasi a 50. Senza dimenticare che il pedaggio è “obbligatorio” anche per alcuni cittadini di Roma, con i caselli di Settecamini, Ponte di Nona e Lunghezza: “Questa è stata da sempre la nostra battaglia e oggi non potevamo mancare - dice il presidente del comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona, Bruno Foresti - siamo cittadini di Roma, e per muoverci nella nostra città dobbiamo pagare un pedaggio da autostrada di montagna, è inaccettabile. Vergognosa l’assenza del Campidoglio in questa battaglia”. 

Già. La grande assente è proprio Roma. Non solo alla manifestazione di oggi ma, a quanto pare, da sempre. Come se questa non sia una situazione che cade sulla testa di migliaia di suoi cittadini: “Un silenzio assordante quello che arriva dall’amministrazione capitolina - continua la sindaca Nazzaro -, Roma ha inevitabilmente un peso importante in questa faccenda, soprattutto per i cittadini che rappresenta, ma finora è rimasta in silenzio. Noi in ogni caso non ci fermiamo qui - conclude -, ci hanno promesso degli aggiornamenti costanti sui prossimi passaggi. E ci terremo pronti”.

Video popolari

RomaToday è in caricamento