Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Libri della Meloni in regalo fuori da un liceo, la risposta di FdI alla "libraia resistente"

L'iniziativa del partito di Giorgia Meloni fuori dal liceo Amaldi di Tor Bella Monaca in risposta all'annuncio di una libraia di zona che si è rifiutata di venderlo

“Lei non li vende? Li regaliamo noi”. Questo il ragionamento alla base dell’iniziativa organizzata da Fratelli d’Italia nella mattinata di oggi, giovedì 13 maggio, con la quale sono stati regalate copie dei libri della loro leader, Giorgia Meloni, fuori dal liceo Amaldi di Tor Bella Monaca.

Una risposta alla presa si posizione, manifestata prima di tutto sui social, di Alessandra Laterza, titolare della libreria Le Torri, con la quale ha scelto di non vedere il libro nel suo negozio. “Non si tratta di una libraia resistente ma di una scelta politica, mentre le idee andrebbero rispettate tutte”, dice Chiara Colosimo, consigliera regionale di FdI. “Non condivido le sue idee quindi scelgo di non venderlo”, ribadisce invece Laterza.

Si attende la fine delle lezioni per consegnare i libri ai ragazzi che lo richiedono. Il primo è Cristian che è arrivato deciso al presidio: “Mio padre fa politica, io voglio semplicemente conoscere la storia della Meloni”, spiega. Altri cambiano strada o tirano dritto. Ma visto che in pochi li raggiungono, i militanti della sezione giovanile del partito si avvicinano ai cancelli della scuola, limitandosi poi a consegnare principalmente dei volantini. “Purtroppo ci erano rimaste poche copie ma sono diversi quelli che ne anno fatto richiesta a cui li consegneremo - sottolinea Nicola Franco, capogruppo di FdI al municipio VI di Roma -. Credo che regalare un libro sia sempre una buona cosa e Giorgia è un esempio per i ragazzi”.

Non si fa attendere la posizione di un gruppo di insegnati del liceo Amaldi che fa parte della scuola popolare di Tor Bella Monaca: “Si può più o meno discutere sulla scelta, di una libreria privata, di cosa vendere o non vendere, ma con la censura non c'entra veramente nulla - scrivono -. La censura non la determina la scelta di un esercizio commerciale, ma la attua un'autorità pubblica e questo ce lo ricorda la nostra Costituzione. Lo vorremmo ricordare agli attivisti di FdI che questa mattina si sono presentati davanti al liceo Amaldi utilizzandolo come scenografia di un volantinaggio a uso mediatico ed ergendosi a vittime di una censura che semplicemente non esiste e non è mai esistita nei confronti del libro di Giorgia Meloni. Intanto la libraia è stata minacciata pesantemente da ignoti, a proposito di libertà d'opinione”. Laterza ha infatti sporto denuncia a suguito di alcune mail ricevute da quando ha reso nota la sua scelta di non vendere il libro.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Libri della Meloni in regalo fuori da un liceo, la risposta di FdI alla "libraia resistente"

RomaToday è in caricamento