Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Nel 2050 il mare arriverà al Colosseo. La protesta di Giudizio universale con pareo e costumi da bagno

L'iniziativa di mercoledì 25 settembre organizzata dai ragazzi di Giudizio Universale proprio davanti al Colosseo con il cartello: "Nel 2050 il mare arriverà fin qui"

 

Sedie sdraio, ombrelloni, maschere e boccagli. A Roma (come a Napoli, Genova, Palermo e Venezia) gli attivisti di Giudizio Universale hanno deciso di lanciare così un messaggio chiaro con il cartello "Nel 2050 il mare arriverà fin qui”. Il flash mob, organizzato nell'ambito della settimana di mobilitazioni del movimento “Fridays For Future” e nel giorno di lancio del nuovo rapporto dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change) sull'innalzamento dei mari, “vuole creare attenzione intorno ai disastri cui l'Italia e il mondo vanno incontro se la politica non cambia la direzione dello sviluppo e verso politiche davvero sostenibili - spiega Rita Catalino dell’associazione ambientalista A Sud e per Giudizio Universale -. Nei prossimi mesi lo Stato italiano sarà bersaglio di una causa legale per il suo immobilismo davanti al cambiamento climatico: senza un'azione radicale per evitare l'aumento delle temperature oltre gli 1,5 gradi centigradi rispetto ai livelli preindustriali, intere città saranno sommerse dall'aumento del livello dei mari o sferzate da eventi meteorologici estremi sempre più frequenti e intensi”.

Le conclusioni del rapporto Ipcc diffuso oggi, mercoledì 25 settembre, spiega come anche con un aumento di soli 2 gradi centigradi delle temperature medie planetarie, si rischia la scomparsa di una parte consistente della fauna marina, la migrazione di oltre 280 milioni di persone per l'innalzamento del livello dei mari e la fusione di un terzo del permafrost nell'emisfero nord. Centinaia di città costiere in tutto il mondo finiranno sommerse entro fine secolo.

“Abbiamo una scelta chiara davanti a noi – commentano gli attivisti di Giudizio Universale –. Restare a guardare mentre le nostre comunità rischiano di finire sott'acqua o agire subito per migliorare la salute degli oceani, proteggere le persone e l'ambiente”. Mentre per venerdì 27 settembre, si terrà la giornata di mobilitazione mondiale per il clima. A Roma l’appuntamento è alle 10 in piazza della Repubblica.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento