Martedì, 23 Luglio 2024
Politica Acilia / Via di Saponara

Via di Saponara, urgono guardrail. Senza barriere le auto finiscono nei fossati

CdQ Macchia Polocco- Saponara: "Stiamo chiedendo questi interventi da quattro anni: il municipio è d'accordo ma non cambia niente"

Bisogna intervenire per migliorare la sicurezza nelle strade del municipio X. A farsi portavoce della richiesta è un comitato di quartiere che da anni segnala uno specifico problema al quale, finora, non è stata data risposta.

I punti critici

“All’altezza della sede Telecom, sul lato di via Macchia Palocco e dall’altra parte su via di Saponara, urgono dei guardrail. Lì infatti – ha spiegato Andrea Esule, presidente del locale comitato di quartiere – a lato delle strade ci sono dei fossati e non c’è alcuna barriera che possa impedire alle auto di finirvi dentro. Stesso discorso per i ponticelli di accesso ai nostri centri abitati che sono completamente sprovvisti dei guardrail ed invece vi andrebbero dotati”.

Le auto finite nel canale

La situazione è stata portata all’attenzione dell’istituzione di prossimità. Nel corso del tempo, infatti, il rischio rappresentato dal comitato di quartiere si è drammaticamente tradotto in realtà. Non sono mancati gli incidenti, uno dei quali, anche dall’esito mortale. E’ il caso di quanto accaduto nell'ottobre 2022 ad un ventunenne che era alla guida di una Renault Modus. Dopo aver colpito il muro di cinta d’una casa, il giovane automobilista è poi carambolato nel canale che fiancheggia via di Saponara, tra Acilia e Casal Palocco.

Il municipio d'accordo con la richiesta

Un mese dopo l’incidente mortale, a metà novembre del 2022, il municipio X ha votato un provvedimento finalizzato a chiedere d’installare dei guardrail adiacenti i corsi d’acqua di via Macchia Palocco, viale dei Castel Porziano, via di Saponara e via Lotti. Le zone indicate, si legge nel dispositivo, “costeggiano i canali di bonifica che sono profondi alcuni metri. La perdita anche momentanea del mezzo su cui si viaggia – è stato riconosciuto dai consiglieri municipali – in assenza di protezioni, potrebbe causare la caduta dei mezzi dentro i canali”. Il condizionale è di circostanza visto che, esempi in tal senso, sono stati documentati.

I provvedimenti approvati e disattesi

“Ancora oggi in via Saponara c’è un telo che ricorda il punto in cui è venuto a mancare il giovane automobilista. Ovviamente non sapremo mai se il guardrail sarebbe stato sufficiente a salvargli la vita – ha riconosciuto il presidente del CdQ Macchia Palocco-Saponara – tuttavia sappiamo che servono, per migliorare la sicurezza delle nostre strade. Ma al netto del parere favorevole espresso dalla commissione mobilità e degli atti votati in municipio, non è cambiato niente”. Pertanto vale la pena ricordarlo perché, a distanza di otto mesi dall’approvazione del provvedimento in aula, i guardrail nelle strade in cui erano richiesti continuano a mancare.

Via di Saponara senza guardrail

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via di Saponara, urgono guardrail. Senza barriere le auto finiscono nei fossati
RomaToday è in caricamento