Recupero via dei Lucani, approvata la delibera in giunta: a fine agosto manifestazione di interesse

Durerà 90 giorni. Le proposte preliminari saranno poi oggetto di una consultazione on line

Foto Ansa

Nei giorni scorsi l’approvazione della delibera in giunta, entro la fine di agosto la manifestazione di interesse. Prosegue il percorso per il recupero dell’area in via dei Lucani nel II Municipio, abbandonata ormai da anni, dove nell’ottobre del 2018 è stata trovata morta la giovane Desireè Mariottini. Ad aprile il Campidoglio aveva comunicato la decisione di avviare un iter per la sua riqualificazione usufruendo della legge sulla rigenerazione urbana con un progetto che coinvolge sia la proprietà dell’area, in questo caso molto frammentata, possibili investitori interessati e l’amministrazione pubblica. L’obiettivo, scrive il Campidoglio in una nota è quello “di accogliere proposte unitarie che coinvolgano gruppi diversi composti da progettisti, investitori, stakeholders interessati allo sviluppo e al miglioramento del quartiere San Lorenzo”. Il programma di rigenerazione urbana punta quindi alla “riqualificazione di un’area di circa 10mila mq, la cui proprietà è suddivisa tra diversi proprietari privati, tra cui alcuni immobili sottoposti a pignoramento e affidati a custodi giudiziari, solo una parte minore, è di proprietà comunale", si legge nella nota.

Nei giorni scorsi è stata approvata in Giunta la delibera con la quale sono state individuate le linee di indirizzo, le vocazioni e le funzioni incompatibili. “La manifestazione di interesse prenderà il via a fine agosto e durerà 90 giorni in cui potranno essere quindi presentate a Roma Capitale - Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica proposte preliminari che saranno poi oggetto di una consultazione on line sul portale istituzionale aperta ai cittadini che potranno lasciare i loro contributi rispetto alle proposte pervenute. Definito in questo modo l’insieme delle funzioni ammissibili e adottato in Assemblea capitolina il programma di trasformazione, l’iter prevede l’indizione del bando per il confronto concorrenziale, questa volta con offerte progettuali, economiche e gestionali vincolanti, da cui arrivare all’approvazione del progetto unitario definitivo”.

Commenta la sindaca Virginia Raggi: “Si tratta di un nuovo approccio alla città basato sulla valorizzazione del patrimonio edilizio esistente, pubblico e privato lanciato con il progetto ReinvenTIAMO Roma. Un piano per la rigenerazione della Capitale con una visione che pone al centro del suo sviluppo un nuovo modo di abitare, di costruire relazioni urbane e di sviluppare il tessuto produttivo nel suo insieme. Siamo certi che questo programma porterà ad un riscatto non solo di uno spazio che merita di essere riqualificato ma anche della città. Nel caso in cui questo percorso non vedrà le risposte auspicate l’amministrazione, come già annunciato, dichiarerà la pubblica utilità destinando l’area a verde e servizi e sottoponendola al vincolo di esproprio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiunge l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori: “Entra nel vivo un percorso che può essere visto come un prototipo anche per altre aree abbandonate di proprietà privata in città Roma Capitale dopo anni di abbandono di un’area urbana vuole affermare il prevalere dell’interesse pubblico e lo fa agendo sui limiti della proprietà privata allo scopo, come recita la nostra Costituzione, di assicurare la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti. All’interno di un percorso articolato in diverse fasi troverà ampio spazio la partecipazione per definire in maniera più ampia e inclusiva il mix funzionale condiviso con il territorio. In questo modo rimettiamo insieme una triangolazione importante: indirizzo pubblico, investimento privato, bisogni dei territori. Crediamo che le risposte arriveranno e attraverso un confronto concorrenziale si arriverà a un progetto definitivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento