rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Politica

Campidoglio, tra i malumori della maggioranza al via i lavori del Consiglio

Tra le fila dei partiti della coalizione di centrosinistra serpeggia insoddisfazione. Ieri sera, vertice in Campidoglio per "aumentare la sinergia"

Dalle municipalizzate al bilancio passando per la cultura e l'urbanistica. Dopo un primo 'assaggio estivo' post elettorale l'amministrazione Marino entra nel vivo della sua attività ma alla ripresa dei lavori dell'assemblea capitolina previsti per oggi pomeriggio il clima tra le fila dei consiglieri di maggioranza non è dei più sereni. “Questione di linea politica” fanno sapere dalla maggioranza che però minimizza negando un vero e proprio malcontento. “Cosa intende fare il sindaco Marino? In quale direzione vuole andare questa amministrazione?”.

L'insofferenza dei partiti della coalizione che ha portato il chirurgo sulla cima del Campidoglio nasce dalla richiesta di una maggiore collaborazione sul governo della città. Proprio ieri sera il primo cittadino ha convocato i 29 consiglieri per un vertice di maggioranza con la giunta a Palazzo Senatorio anche se l'atmosfera giocosa del ritiro di Tivoli si è rivelato ormai un ricordo.

Il sindaco Marino, prima della riunione, ha spiegato i motivi della convocazione. “Avevo intenzione di tenere un incontro con la mia squadra per raccontare quali sono state le difficoltà incontrate nell'amministrazione durante il mese di agosto e quanto si dovrà fare, non solo a livello amministrativo ma anche culturale, per migliorare questo complesso organismo che è il Comune di Roma” ha affermato. Nonostante la lunga attesa per i consiglieri presenti (tanto che diverse voci interne così come diversi organi di stampa hanno riportato che intorno alle 22 la riunione è stata rimandata) alla fine, come confermano anche dall'ufficio stampa capitolino, l'incontro si è tenuto.

Obiettivo: aumentare la sinergia tra l'attività della giunta e quella della maggioranza in aula Giulio Cesare così come quella delle commissioni. "Ci reincontreremo entro una settimana. E dopo che avrò fatto un'analisi delle varie voci del bilancio ognuno dei consiglieri, in base all'area strategica di cui si interessa, riceverà documenti con tutte le cifre e informazioni" ha spiegato Marino che al termine dell'incontro presso la Sala delle Bandiere ha giudicato positivamente la riunione.

Tra le urgenze che si ritroverà ad affrontare l'amministrazione nei prossimi giorni c'è quella del bilancio. Un'operazione non semplice, visto la condizione in cui versano le casse capitoline. 800 milioni di euro è infatti la cifra necessaria per coprire i buchi. Proprio ieri è stata annunciata una cabina di regia a riguardo. A fianco dell'assessore Daniela Morgante ci saranno infatti il capo segreteria Enzo Foschi, il capo di gabinetto Luigi Fucito e il vicesindaco Luigi Nieri. Come le casse comunali verranno rimesse in sesto è ancora tutto da vedere. E la strada dell'austerity fatta di tagli e aumento delle tasse, in particolare Irpef e quella di soggiorno, paventata dall'assessore 'tecnico' qualche settimana fa non era stata accolta troppo bene. La strada è in salita. C'è tempo fino a novembre.

Anche la gestione delle municipalizzate sembra essere destinata diventare presto un tema di confronto tra i consiglieri di maggioranza e il sindaco. È di ieri una lettera del presidente della commissione Ambiente Athos De Luca al sindaco Marino nella quale si invoca un rinnovamento ai vertici dell'Ama. “Non è più concepibile che i responsabili di Ama che hanno prodotto parentopoli siano ancora nel consiglio di amministrazione” denuncia De Luca. 'In azienda si registra una situazione anomala per cui, ad esempio, il responsabile degli acquisti è al tempo stesso responsabile delle gare, del controllo delle procedure e della liquidazione delle fatture; mentre alcuni dirigenti rinviati a giudizio per parentopoli, ricoprono ancora lo stesso incarico dirigenziale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campidoglio, tra i malumori della maggioranza al via i lavori del Consiglio

RomaToday è in caricamento