menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tor Vergata, le Vele di Calatrava da piscina a spazio multiuso: ma i soldi non ci sono

L'assessore all'Urbanistica Caudo, in un'intervista al Tg1, ha ipotizzato un cambio di destinazione d'uso: "Completare la piscina costerebbe 426 milioni di euro"

L'assessore alla Trasformazione Urbana torna a parlare delle Vele della Città dello Sport di Calatrava. O meglio. Praticamente ex Città dello Sport. Perché è ormai chiaro che mantenere la destinazione originaria della struttura, voluta dall'ex sindaco Veltroni per i Mondiali di Nuoto del 2009 già costata ben oltre i duecento milioni di euro, non è economicamente possibile. “Non ci possiamo permettere una struttura sportiva che per essere terminata necessita di altri 426 milioni di euro” ha spiegato l'assessore in un'intervista al Tg1.

Si pensa così a un cambio di destinazione d'uso, forse per ospitare spettacoli all'aperto, forse per essere messa a servizio della vicina università di Tor Vergata come spazio didattico. Caudo ipotizza che adattare la Vela già realizzata a queste nuove funzioni potrebbe costare molto meno dei 426 milioni di euro che, si stima, servirebbero per portare a termine il progetto di Calatrava. “Con 60 milioni di euro possiamo fare la copertura. Per la seconda vela è necessario un progetto di riuso”.

Le risorse però non ci sono. Né per il primo progetto, né per i secondo. Sfumata anche la possibilità di un finanziamento privato. “Si era sparsa la voce che c'erano soggetti interessati ma poi non è più seguito nulla di concreto” ha spiegato l'assessore che ha aggiunto di aver già avuto alcuni incontri con l'università di Tor Vergata. “Dovremmo incontrare anche il Ministero delle Infrastrutture dal momento che l'opera fu finanziata da questo ente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento