Vaccino antinfluenza obbligatorio, la grillina no vax si ribella: "Zingaretti ritiri ordinanza". L'ira dei suoi colleghi M5s

Cinque Stelle spaccati in regione su obbligo vaccinale. Corrado (M5s): "Richiesta folle quella di annullare l'atto, importanza vaccino ancora non è stata compresa. Si torni seri"

Francesca De Vito in aula

"Zingaretti ritiri l'ordinanza, nessuno può obbligare a vaccinarsi se non per disposizioni di legge". A chiedere un passo indietro sul vaccino anti influenzale, fissato come obbligo per gli over 65 e personale medico, in un atto licenziato dal governatore del Lazio, la consigliera M5s Francesca De Vito. Voce però fuori dal coro rispetto ai colleghi pentastellati, subito pronti a prendere le distanze. 

Le ragioni avanzate da De Vito per chiedere l'annullamento dell'ordinanza non sarebbero, a suo dire, ideologiche. Nessuna battaglia no vax, che invece ha sempre trovato terreno fertile tra i Cinque Stelle, ma una questione di competenze normative nel campo specifico. "Spetta solo allo Stato imporre un trattamento sanitario e non certo alla Regione, neppur nascondendo l'imposizione dietro l'emergenza sanitaria Covid-19. Nelle prossime ore dovrebbe essere presentato anche un ricorso al Tar al riguardo" ha dichiarato De Vito. Sconfessata però subito dai suoi.

"Si tratta di un'iniziativa del tutto personale dalla quale il gruppo M5S alla Regione Lazio si dissocia – si legge in una nota – i consiglieri del MoVimento 5 Stelle, oggi in Aula non appoggeranno in alcun modo tale richiesta"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dure anche le parole in aula della consigliera M5s Valentina Corrado. "Ho chiesto alla collega serietà" spiega a RomaToday. "Vaccinare dalla normale influenzale mette a riparo la popolazione anziana, e il personale medico, da fattori che possono peggiorare il quadro clinico in caso di contrazione anche del coronavirus. Forse c'è chi non si rende conto di cosa è successo in questi mesi, e non ha capito l'importanza dei vaccini. Chiedere di ritirare l'ordinanza è una follia. Non si fa propaganda politica su una cosa del genere". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento