Niente vaccino, niente nido: Zingaretti segue l'Emilia Romagna

Il presidente della Regione su Facebook: "Obbligo di vaccinazione per i bimbi che vanno al nido: è una legge che proporrò in Consiglio regionale per combattere la diffusione di malattie pericolose"

Niente vaccino, niente nido. Anche il Lazio è deciso a seguire la scelta dell'Emilia Romagna dove è stata approvata una legge di riforma dei servizi educativi della prima infanzia che introduce l'obbligo di vaccinazione per i bambini che vogliono frequntare il nido. A dirlo è il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: "Obbligo di vaccinazione per i bimbi che vanno al nido: è una legge che proporrò in Consiglio regionale per combattere la diffusione di malattie pericolose e tutelare la salute dei più piccoli. Dopo l'Emilia Romagna facciamo un passo avanti di civiltà anche nel Lazio".

La proposta potrebbe già diventare operativa con l'inizio del prossimo anno scolastico. Si punta infatti ad inserirla nella legge di bilancio che verrà approvata entro la fine di quest'anno. Dalla Regione Lazio fanno sapere che si tratta di "un importante passo per la salvaguardia della salute" anche se i dati sulle vaccinazioni dei bambini "sono più alte della media italiana, per quanto riguarda i vaccini più importanti come polio, differite, tetano, pertosse eccetera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento