Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Coronavirus, il Lazio pronto a una campagna di vaccini antinfluenzali: "Strategica per la sicurezza"

Lo ha fatto sapere l'assessore regionale D'Amato: "Ecco perché l'ordinanza sull'obbligo vaccinale"

Il Lazio si prepara a una campagna antinfluenzale, e obbligatoria, definita "strategica per la ripresa in sicurezza". E' quanto fa sapere l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato, con una nota: "Il Cts (Comitato tecnico scientifico, ndr) ha ribadito l’importanza della vaccinazione influenzale nell'attuale contesto epidemico per l’effetto confondente che l’influenza stagionale può avere nella diagnostica differenziale con Covid-19 e sottolinea l’assoluta importanza della vaccinazione agli operatori sanitari", spiega l'assessore. "Sminuire questo significa mettere a repentaglio la vita di anziani e persone fragili".

D'Amato fa sapere che l’ordinanza sull’obbligo vaccinale (ai sensi della 833/78) deriva da questa necessità. "Il Lazio ha già preso, attraverso gara pubblica 2.4 milioni di dosi per una massiccia campagna. Quest’anno è fondamentale, se vogliamo evitare sovrapposizioni con il COVID, estendere la vaccinazione. Rispetteremo ogni valutazione nell’assoluta convinzione della priorità della tutela della salute pubblica":

In questo quadro ha commentato la sentenza di un giudice di pace che ha annullato alcune multe date durante la quarantena per il divieto di spostamento dovuto all'emergenza Coronavirus. "Da parte nostra rispetto per la decisione dei giudici, ma troviamo fuori luogo denunciare chi sta difendendo la salute dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il Lazio pronto a una campagna di vaccini antinfluenzali: "Strategica per la sicurezza"

RomaToday è in caricamento