menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino antinfluenzale obbligatorio per ultra 65enni e personale sanitario

L'assessore alla Sanità D'Amato plaude alla posizione dell'OMS, la stessa già prospettata dalla regione Lazio

Sabato scorso l'annuncio del governatore Nicola Zingaretti in conferenza stampa: vaccini antinfluenzali per gli over 65 "perché ci permetterà di individuare in maniera molto più tempestiva chi ha contratto il virus e una presa in carico degli anziani molto più tempestiva, non confondendo l'influenza con il Covid-19". Una posizione che, soprattutto tra i no vax, ha scatenato polemiche. Ieri la posizione della regione Lazio è stata indirettamente sposata dall'Oms. 

Alla sanità italiana serve "un rafforzamento massiccio delle strutture territoriali" e della "capacità preventiva". Ed "è importante farlo ora che non siamo ancora nella stagione influenzale", ha detto Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Omd), intervenuto in conferenza stampa alla Protezione civile. In vista di un allentamento della morsa coronavirus in estate e di un ritorno in autunno, secondo l'esperto "dobbiamo pensare a come poter vaccinare contro l'influenza e lo pneumococco (fattori confondenti per Covid-19), gli anziani, i bambini e tutti quelli che possono essere veicolo di trasmissione". 

"Non ci dimentichiamo - ha sottolineato Guerra - che questo Paese aveva il tasso inferiore d'Europa di vaccinati tra gli operatori sanitari. E' un altro malcostume che va emendato e corretto", ha ammonito, ritenendo tuttavia che la crisi Covid-19 abbia sicuramente contribuito a costruire una maggiore consapevolezza su questo fronte. "Rafforzando la capacità curativa del Paese" contro Sars-CoV-2, "non dimentichiamoci - ha invitato infine l'esponente Oms - che molta di questa epidemia può essere prevenuta e corretta prima che un'ondata massiccia arrivi a sfondare le difese ospedaliere. L'ospedale è la seconda linea".

Una posizione immediatamente sottolineata e rilanciata dall'Assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Bene le autorevoli dichiarazioni rese oggi nel corso della conferenza stampa da Ranieri Guerra dell'Organizzazione mondiale della Sanita' (OMS) in riferimento alla prossima stagione di campagna antinfluenzale. Nel Lazio presto ci sara' un'ordinanza per rendere obbligatoria la vaccinazione antinfluenzale e anti-pneumococcica agli ultra 65enni e a tutto il personale sanitario. Questo limitera' i fattori confondenti per il COVID-19".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento