menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Venuto, delegato alla Disabilità del Comune di Roma

Andrea Venuto, delegato alla Disabilità del Comune di Roma

Vaccini, è polemica dal delegato M5s: "Disabili dimenticati dalla Regione Lazio". La replica: "Solo bugie"

Andrea Venuto, delegato alla Disabilità del Campidoglio attacca la Regione: "Non sta rispettando disposizioni nazionali". La replica dell'assessore D'Amato: "Strumentalizzazioni elettorali vergognose"

È polemica sulla somministrazione dei vaccini anti Covid-19 ai cittadini affetti da disabilità. Per il Comune di Roma la Regione Lazio non starebbe rispettando quanto già previsto da disposizioni nazionali, facendo slittare la categoria troppo in là nel tempo. 

Vaccini a Roma e nel Lazio, tutte le info

Disabili dimenticati

"È stata programmata a partire dal mese di maggio fino a fine luglio compreso, in parallelo con le fasce di età che vanno dai 79 fino ai 65 anni - attacca il delegato alla Disabilità della sindaca Raggi, Andrea Venuto - nelle raccomandazioni nazionali viene precisato che la prima categoria della seconda fase a ricevere il vaccino sarà quella delle persone estremamente vulnerabili, indipendentemente dall'età". 

La Pisana invece starebbe procedendo, è l'accusa, a una programmazione secondo priorità anagrafica". E sarebbe una delle poche a farlo. "Da lunedì 22 febbraio in Emilia Romagna si procederà alle vaccinazioni anti-Covid delle persone con disabilità. Per la Regione Lazio le indicazioni nazionali sono carta straccia" tuona ancora Venuto. 

"Da Raggi e Venuto solo bugie"

Pronta la replica dell'assessore alla Sanità regionale Alessio D'Amato. "Le priorità nella campagna vaccinale sono state decise prima in Parlamento e poi da documenti ufficiali del Ministero della Salute che la Regione sta applicando sulle persone estremamente vulnerabili - contrattacca D'Amato - dire bugie e alimentare polemiche nei confronti del servizio sanitario regionale che sta facendo uno sforzo senza precedenti è ignobile". Poi chiude: "La sindaca Raggi nel nome della quale parla il delegato Andrea Venuto è un anno che è assente dalla gestione della pandemia ed è vergognoso che voglia polemizzare su una tematica falsa e priva di fondamento. Non penserà di fare campagna elettorale strumentalizzando?". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento