Unione istruttori amministrativi per Roma Capitale: "Chiarezza sul piano assunzionale"

"Vincoli normativi non obbligano a risparmi drastici sul personale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

L'Unione Istruttori Amministrativi per Roma Capitale vuole chiarezza sul piano
assunzionale: vincoli normativi non obbligano a risparmi drastici sul personale

"Mi rendo conto che non sono di vostro gradimento e che avreste desiderato un
numero maggiore di assunzioni. Bene, è legittimo, ma io di più, in queste condizioni,
non potevo e non posso fare. Ma non crede che piacerebbe anche a me assumere tutti
subito? O pensa che mi diverto ad affrontare ogni giorno tutte le difficoltà di
personale dei nostri uffici sommata alle vostre aspettative deluse? Non posso disporre
a mio piacimento di regole, fondi, piani di rientro. Le cose stanno così, quel che era
possibile fare è stato fatto."
Questa la risposta su Facebook da parte del Vice Sindaco ad un membro del comitato
"Unione Istruttori Amministrativi per Roma Capitale", in data 30 ottobre u.s.
Roma, infatti, con il "no" di risposta da parte dell'Onorevole Nieri alla lettera dei
Minisindaci riguardo l'esigenza di assumere tutti i 1995 vincitori entro il 2016, vuole
chiudere la partita "piano assunzionale" così, con sole 241 unità per il 2014.

Ma i membri dell'Unione Istruttori Amministrativi per Roma Capitale non si
arrendono e credono che dietro dichiarazioni di questo tipo, ovvero "in queste
condizioni non posso far di più" si possa nascondere una precisa volontà politica di
operare.
Vi spieghiamo meglio.
Riguardo al bilancio, ci risulta che l'obbligo di operare risparmi sul personale non é
più di carattere annuale ma va presa in considerazione la media dei tre anni
precedenti senza che sia individuata una cifra minima che quindi potrebbe essere
paradossalmente anche di un euro. Inoltre, il Patto di Stabilitá non riguarda il
personale, in quanto esso blocca la spesa per i soli investimenti, ma non quella
corrente, cioè quella sul personale.
Quindi, per risolvere il problema delle assunzioni dei vincitori del "concorsone", non
serve né una modifica normativa né un intervento sul piano di rientro , ma solo del
bilancio (che dovrà essere approvato entro dicembre 2014). Nello specifico, il piano
di rientro prevede circa 60 milioni di euro di risparmio sul personale, i quali sono
cumulativi per gli anni 2014, 2015 e 2016, rispetto al 2013.
Nel bilancio, però, Roma è andata ben "oltre" al piano di rientro. Dai dati inseriti
nella relazione dei Revisori dei conti, infatti, risultano risparmi cumulativi sul
personale di addirittura circa 280 milioni di euro. Inoltre, la legge che ha obbligato il
Comune di Roma al piano di rientro, non fa cenno a tagli sul personale diretto ma
menziona unicamente il personale delle società partecipate dal comune.

Ci pare chiaro, quindi, che quanto detto dal Vice Sindaco Nieri presenta delle
incongruenze.
Crediamo, perciò, che ci sia la volontà di sanare i debiti accumulati calpestando i
diritti dei vincitori perchè forse è la strada più semplice. Ma non é detto che la via
intrapresa sarà indolore e senza conseguenze.

A questo punto, l'unica persona che potrà confermarci o meno tale volontà è
l'Assessore al bilancio Scozzese, la quale dovrà spiegarci per quale motivo la Giunta
Marino abbia scelto una strada illogica e irrazionale, che sarà conseguenza a breve, di
servizi al pubblico sempre più scadenti e ricorsi onerosi. Altro che risanamento, in
questo modo si arriverà al collasso degli uffici pubblici e all'ulteriore prosciugamento
delle casse dell'ente.
Certo, Roma è ancora in tempo per "virare" la rotta e scegliere la strada più sana delle
vere contrattazioni sindacali, lasciando da parte gli atti unilaterali che sono
espressione di autoritarietà e non autorevolezza. E i membri dell'Unione se lo
augurano.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento