Unione Inquilini: "Sfratti a zero in tutta Italia"

"Il mese di ottobre è il mese della campagna internazionale sfratti zero"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il 10 ottobre giornata sfratti zero in Italia  iniziative in 16 Regioni e oltre 50 province, un percorso unitario, coordinato e partecipativo per chiedere che la questione sfratti entri nell'agenda politica nazionale, un evento mai avvenuto in Italia con questa ampiezza di adesioni e di iniziative.

Il mese di ottobre è il mese della campagna internazionale "sfratti zero". Sulla base di un appello che ha visto 'adesione di centinaia di associazioni, comitati, sindacati, movimenti, rappresentanti enti locali il 10 ottobre si terrà una giornata di mobilitazione contro gli sfratti e per chiedere che la questione sfratti e di politiche abitative degne di tale nome entrino nella agenda politica.

Nel solo 2011, fonte ministero dell'interno è stata emessa una sentenza di sfratto ogni 50 famiglie in affitto, ogni giorno in Italia si eseguono almeno 140 sfratti con l'ausilio della forza pubblica, nel futuro con l'azzeramento del finanziamento del fondo contributo affitto 300 mila famiglie rischiano di andare incontro a sfratti per morosità. Tutto questo nel più completo silenzio e senza alcun intervento ne da parte del Governo ne da parte di Regioni e Comuni che anzi hanno varato piani casa che non avevano alcuna relazione con il fabbisogno reale.

Oggi l'opera generosa e incessante di centinaia di attivisti che quotidianamente con il proprio corpo fanno scudo nelle esecuzioni degli sfratti, purtroppo non basta, anche se è l'unico "intervento sociale" che c'è e che andrà ulteriormente generalizzato. Il 10 ottobre si manifesterà in 16 regioni, oltre 50 province, ci saranno 5 cortei, 2 tendopoli, e decine e decine di iniziative sotto le prefetture e i comuni.

Una mobilitazione, mai avvenuta in Italia nata orizzontale e non verticale per chiedere:

1) blocco degli sfratti compresi quelli per morosità incolpevole
2) che la questione sfratti entri nell'agenda politica nazionale
3) l'utilizzo pieno del patrimonio del demanio civile e militare siano aree che immobili;
4) piano straordinario di edilizia residenziale pubblica a partire dal recupero dall'esistente (solo a milano 5000 case popolari murate e lasciate degradare) e dall'acquisto dell'invenduto ai valori minimi dell'agenzia del territorio
5) sostegno all'autorecupero e auto costruzione
6) forte tassazione dello sfitto
7) requisizione temporanea di immobili sfitti di privati
 

Torna su
RomaToday è in caricamento