Sfratti ed emergenza abitativa, Unione Inquilini scrive alla sindaca Raggi: "L'inerzia è nostra nemica"

Il sindacato rilancia la mozione approvata dall'Aula Giulio Cesare in merito all'apertura di un tavolo di crisi con le parti sociali

Aprire un tavolo di crisi con le parti sociali. Velocizzare il versamento dei bonus affitto. Individuare gli immobili inutilizzati per nuove abitazioni popolari. Spingere affinché il Governo stanzi risorse. Su sfratti ed emergenza abitativa il sindacato Unione Inquilini ha scritto una lettera alla sindaca Virginia Raggi e all'assessora Valentina Vivarelli nella quale si chiede l'attuazione della mozione proposta da Unione Inquilini, a prima firma Fassina e votata all'unanimità in Campidoglio, "occasione di un vero rilancio di politiche abitative nel comune di Roma", scrive il sindacato. 

"In prima istanza la richiesta di apertura di un tavolo di crisi per affrontare insieme alle parti sociali questo periodo storico di forte sofferenza per i precari della casa, atto a verificare le misure di riduzione della pressione degli affitti e prevenire con la graduazione degli sfratti", si legge nella nota diffusa da Unione Inquilini. "Una corsa contro il tempo per arginare l'emorragia di sfratti sui quali, seppur prorogati al 30 giugno, bisogna intervenire da subito".
Per il sindacato "non possiamo permetterci ancora ritardi nell'erogazione dei contributi all'affitto e bisogna mettere in campo da subito progetti per garantire a tutti il passaggio di casa in casa. Una questione, quella dei contributi affitto, per la quale Unione Inquilini ha richiesto una Commissione Trasparenza". 

La sindaca, continua la nota, "forte del sostegno dell'intera aula del campidoglio, può da subito stilare l'elenco di immobili pubblici abbandonati da restituire alla precarietà abitativa e spingere sul Governo per richiedere l'attuazione dei progetti con le ingenti somme in arrivo col recovery fund. Ci auguriamo che a Roma si apra una nuova stagione di politiche abitative, la mozione in questione operativa e concreta offre una piano che da nuova speranza. Ora la nostra nemica è l'inerzia".

La richiesta è sostenuta anche dal consigliere di Sinistra per Roma e promotore di Roma Ventuno, Stefano Fassina, primo firmatario della mozione: "Non c’è altro tempo da perdere. Il tavolo va convocato subito, come ha chiesto anche oggi l’Unione Inquilini. La legge di bilancio per il 2021 ha incrementato di oltre 100 milioni il fondo per morosità incolpevole e stanziato ulteriori 100 milioni di euro per la riduzione degli affitti e compensazione dei proprietari. Vanno definite procedure semplificate per utilizzarli al più presto, prima che scada il blocco degli sfratti prorogato al 30 Giugno prossimo. A tal fine, va prevista una struttura ad hoc con le risorse umane necessarie ad evitare i dolorosissimi ritardi avuti dal Campidoglio nell’attribuzione dei bonus affitti finanziati dal Governo e dalla Regione Lazio nell’emergenza Covid. Sindaca, è già tardi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento