Politica

Umberto I, Bianchini: "Lavoratori Siram lascito centrodestra"

"Si tratta dell'ultimo lascito di una gestione della sanità laziale del centrodestra fatta di tagli indiscriminati di servizi e posti di lavoro"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

 “Solidarietà ai lavoratori della Siram, finora addetti alla manutenzione degli impianti termici e di condizionamento del Policlinico Umberto I e in sciopero a oltranza perchè dal 2 ottobre subentrerà un'altra ditta e non esiste alcuna certezza sul destino occupazionale di 34 dipendenti dell'appalto precedente. Si tratta, speriamo, dell'ultimo lascito di una gestione della sanità laziale del centrodestra fatta di tagli indiscriminati di servizi e posti di lavoro; anche perchè sarebbe bastato inserire nel capitolato d'appalto la clausola di salvaguardia sociale a tutela degli operai e degli impiegati nel servizio, in virtù altresì delle particolari professionalità necessarie. Il direttore generale dell'Umberto I eserciti le sue prerogative, richiamando l'azienda vincitrice dell'appalto Cofely ad utilizzare per il servizio i 34 dipendenti della Siram, tanto più in un momento difficile come l'attuale, in cui non si può permettere la perdita neppure di un posto di lavoro”.

Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Lavoro della Provincia di Roma Paolo Bianchini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umberto I, Bianchini: "Lavoratori Siram lascito centrodestra"

RomaToday è in caricamento