rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Vigili: a Roma inizia l'era Angeloni, un poliziotto alla guida dei caschi bianchi

Firmata ieri ufficialmente l'ordinanza. Angeloni succede a Stefano Napoli. Per lui incarico triennale

L'ultima notte dell'anno l'ha passata insieme ai vigili, in strada. Ugo Angeloni è da ieri ufficialmente il nuovo capo della Polizia Locale di Roma Capitale. Lo sarà anche per i prossimi tre anni: tanto dura, secondo quanto si apprende, l'incarico conferito dalla sindaca Raggi. Già nella notte di San Silvestro ha voluto far sentire la sua presenza affiancando gli agenti in servizio in strada, per presentarsi da un lato e per dare un primo simbolico segnale di cambiamento, quello di una maggiore operatività. 

Angeloni ha preso possesso ieri della poltrona principale di via della Consolazione, quella occupata negli ultimi mesi da Stefano Napoli e nei due anni precedenti da Antonio Di Maggio. Le polemiche dopo il servizio di Report e la lettera infuocata di Napoli alla sindaca Raggi, hanno accelerato la scelta di inserire un comandante esterno alla guida del corpo, proveniente dalla Polizia di Stato. Proprio come quel Raffaele Clemente, alla guida dei caschi bianchi sotto Ignazio Marino, che tra i vigili aveva creato una vera e propria rivolta, salvo poi essere messo da parte non appena arrivata a palazzo Senatorio la Raggi. 

Dopo quattro anni di pax quindi, la sindaca torna a puntare su un poliziotto. Ugo Angeloni, classe 1964, è infatti un dirigente superiore della Polizia di Stato. Da marzo 2019 ha svolto compiti di staff del Questore di Roma collaborando nello sviluppo di iniziative di rivisitazione organizzativa in materia di prevenzione e controllo del territorio. Proprio questa conoscenza delle problematiche del territorio sarebbe stata alla base della scelta.

Nel periodo in polizia, Angeloni ha curato le fasi ideative ed attuative del progetto di rivisitazione della distribuzione e dell'organizzazione dei presidi facenti capo alla Questura: Roma è infatti la prima realtà metropolitana che ha istituito i Distretti di Pubblica Sicurezza, quali organi di principale decentramento territoriale dei compiti della Questura.

Vigili di Roma e Virginia Raggi, un post su facebook per rinsaldare la pace dopo Report

Un'organizzazione che allinea le aree di competenza dei distretti con quelle dei Municipi, una omogeneizzazione delle strutture di decentramento della Questura e dell'Amministrazione locale, in grado di semplificare la pianificazione di interventi congiunti di sicurezza integrata. E così i distretti svolgono anche compiti di coordinamento e di pianificazione anche delle attività svolte dai Commissariati Sezionali che, invece, operano su porzioni di territorio dei distretti.

Un passaggio di "riforma" che ora, verosimilmente, gli verrà chiesto anche all'interno della Polizia Locale, da sempre bisognosa di rivoluzioni organizzative.

Le precedenti esperienze professionali di Angeloni si sono appunte svolte sul territorio nel ruolo di Vicario del Questore ed in precedenza nell'ambito del Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato. 

Anche a seguito di scambi a livello internazionale con le polizie europee, Angeloni ha potuto osservare e studiare altri modelli organizzativi nel settore della prevenzione, valorizzando l'azione di controllo del territorio attraverso l'impiego di metodologie di analisi criminale avanzata e l'uso degli applicativi delle banche dati delle Forze di polizia, anche in chiave predittiva. Ora la sfida con la Polizia Locale di Roma Capitale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili: a Roma inizia l'era Angeloni, un poliziotto alla guida dei caschi bianchi

RomaToday è in caricamento