Politica

Turista ferita, Santori: "Squallido vizio della sinistra"

"Cosa diranno oggi gli esponenti della sinistra romana che hanno in dote l’amore per le ciance, ma non quello per la memoria?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Come è accaduto per la ragazza spagnola che, il 21 febbraio del 2011, per farsi visitare in fretta al pronto soccorso dopo un gioco erotico finito male, finse di essere stata stuprata in un vicolo vicino piazza di Spagna, anche in questa occasione la sinistra perde il pelo ma non lo squallido e irresistibile vizio di sciacallare sulle disgrazie di una donna ferita. Ma l’ipocrisia non ha limiti: su Bianchini, stupratore seriale condannato a 14 anni e all’epoca dei fatti coordinatore di una sede del PD, nessun commento.” Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale in merito al maltrattamento della 22enne australiana alla stazione Termini.
 
“Ringraziamo la Questura di Roma che ha fatto immediatamente chiarezza sull’accaduto e, all’esito delle indagini, la ragazza stessa ha confermato che il rapporto è stato consensuale. Senza dimenticare che è stato determinante l'esame delle immagini registrate dalle numerose telecamere collocate nell'area dove si sono svolti i fatti. Cosa diranno oggi gli autorevoli esponenti della sinistra romana che hanno in dote l’amore per le ciance, ma non quello per la memoria? A volte il senno e la dignità dovrebbero suggerirgli di tacere, piuttosto che parlare da sepolcri imbiancati. L’ipocrisia è sempre dietro l’angolo ma quello che ci conforta è sapere di aver riportato a soglie più accettabili la sicurezza della città”. conclude Santori.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turista ferita, Santori: "Squallido vizio della sinistra"

RomaToday è in caricamento