Trullo, Ama si è dimenticata il porta a porta: i bidoncini condominiali sono sommersi dai rifiuti

In via Alberese la situazione della raccolta rifiuti è tornata critica. Lì a luglio c'era stata una plateale protesta. Catalano (Lega): "Residenti costretti a portarli in altri quartieri o a tenerseli a casa"

Una montagna di sacchetti ha ormai sommerso i bidoncini condominiali. La quantità di rifiuti che non viene più raccolta, in via Alberese, è impressionante.

Rifiuti in strada da 15 giorni

"Sono circa due settimane che San Pantaleo Campano, tra il Trullo e la Portuense, è letteralmente sommersa dai rifiuti. Qui dove ci dovrebbe essere la differenziata, la raccolta è ferma al palo” ha segnalato l'ex capogruppo municipale della Lega Daniele Catalano, insieme ad Ernico Nacca, coordinatore locale dei giovani leghisti.

Il porta a porta vanificato

Il problema non è nuovo. Nel quartiere è in funzione il sistema di raccolta porta a porta. La modalità di conferimento, più facilmente controllabile e senzionabile dagli accertatori Ama,  garantisce una resa maggiore, in termini di qualità della differenziata. A condizione però che l’azienda municipalizzata passi a raccogliere il pattume. Perché se finisce fuori dai bidoncini, come in questo caso, inevitabilmente si mescola e vanifica gli sforzi dei residenti a cui viene chiesto di frazionare correttemente i rifiuti.

Le opzioni dei residenti

“I cittadini,per non avere cattivi odori e roditori tutto il giorno – ha segnalato Daniele Catalano - sono costretti a buttare l'immondizia in altre zone della città oppure, in alternativa, devono tenerla  dentro casa”. Con tutte le conseguenze che sono intuibili sul piano igienico sanitario. “E’ una situazione fuori dalla realtà – ha concluso l'ex capogruppo locale della Lega – e ci auguriamo che Ama intervenga prontamente, ma anche che si possa tornare presto al voto in Municipio XI; per dare una nuova governance territoriale ai cittadini”. 

La protesta estiva

Non è la prima volta che Ama si dimentica San Pantaleo Campano. Il piccolo quartiere, situato su una collina che domina i lotti popolari del Trullo, già in passato ha vissuto un analogo disservizio. Lo scorso luglio i residenti, per protestare contro i reiterati ritardi della municipalizzata, erano arrivati a rovesciare i cassonetti e tutto quanto vi era contenuto in strada. A distanza di quattro mesi il problema si è ripresentato in tutta la sua drammaticità. Per fortuna, stavolta, i bidoncini sono rimasti al loro posto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

Torna su
RomaToday è in caricamento