Politica Ostia

Rifiuti, scontro Regione-M5s: Montanari fa il punto sul tritovagliatore ad Ostia

L'assessora Montanari dice che "la richiesta è una procedura di rito", ma "al momento non serve"

Resta viva l'ipotesi di trasferire il tritovagliatore ad Ostia. A riaccendere la spia è stato, ieri, l'assessore ai rifiuti della Regione Lazio Mauro Buschini in un question time durante il consiglio regionale sollecitato dal consigliere Luca Malcotti (qui la notizia completa). 

Una eventualità che spaventa i residenti del X Municipio, increduli davanti alla possibilità di avere nel "loro" territorio l'apparato in grado di separare i rifiuti che dovrebbe arrivare da Rocca Cencia e "occupare" il centro Ama di via dei Romagnoli, a Ostia Antica, alle spalle di Dragona

L'assessore regionale aveva già lanciato l'allarme prima a maggio e poi a giugno sottolineando più volte come fosse "arrivata la richiesta per trasferire il tritovagliatore mobile Ama in un capannone alle porte di Ostia". Una procedura che smentisce quanto affermato, più volte, dalla sindaca Virginia Raggi, dal capogruppo del Moviento 5 Stelle Paolo Ferrara e dall'assessora all'ambiente di Roma Pinuccia Montanari che, all'Ansa, ha spiegato l'iter: "Le autorizzazioni richieste in Regione sono una procedura di rito per mantenere nelle disponibilità di Ama un piccolo tritovagliatore mobile. Si tratta di una macchina che non serve nella gestione ordinaria dei rifiuti e che, tra le altre cose, vogliamo trasferire in altra località", possibilità che la stessa Montanari aveva già sottolineato lo scorso 22 giugno (qui il video).

Nessuna una smentita secca. "Con il trattamento negli impianti attivi, la situazione è assolutamente sotto controllo. Roma, al momento, non ha bisogno di alcun tipo di misure urgenti", ha poi concluso. Nel frattempo le indiscrezioni che arrivano riferiscono di lavori nel centro Ama di via dei Romagnoli per la preparazione di uno spazio nuovo destinato a non precisate "nuove attrezzature".

Ad incalzare il M5s, sulla questione, anche il Centrodestra. "È finita la campagna elettorale e il M5S ricomincia a trattare Ostia e il suo entroterra come se fossero di serie B. Ci hanno scambiati per la succursale di una discarica, altro che rilancio del turismo. Chiederemo conto a Raggi di questa decisione e siamo pronti a fare una forte opposizione in Campidoglio e in Consiglio Municipale" dichiarano Davide Bordoni, coordinatore romano e capogruppo di Forza Italia in Campidoglio e Mariacristina Masi, Coordinatore del X Municipio di Forza Italia. 

Anche Fratelli d'Italia annuncia "barricate" per scongiurare l'ipotesi del tritovagliatore ad Ostia. "Trasferire l'impianto su questo territorio significherebbe affossare in una botta sola sia il litorale che l'entroterra, tra il via vai dei tir e i miasmi maleodoranti. I grillini promisero che mai avrebbero portato il tritovagliatore qui, e dopo nemmeno un mese di governo municipale ecco che già arrivano le prime bugie. La Di Pillo esca allo scoperto". dichiarano gli esponenti di Fdi, Andrea De Priamo vicepresidente dell'Assemblea Capitolina e consigliere comunale e Monica Picca capogruppo nel Municipio X.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, scontro Regione-M5s: Montanari fa il punto sul tritovagliatore ad Ostia

RomaToday è in caricamento