Treno dei rifiuti al Tmb Salario, Montanari attacca Caudo e Ciaccheri: "Allarmano i cittadini"

Caudo: "Ho solo informato i cittadini, per trasparenza"

"Ci auguriamo che per il futuro un tema così delicato e complesso come la gestione dei rifiuti a Roma possa essere trattato da attori istituzionali, importanti associazioni e mezzi di informazione senza cedere alla tentazione della facile strumentalizzazione politica". L'assessora all'Ambiente del Comune di Roma, Pinuccia Montanari, polemizza sulla vicenda del treno pieno di rifiuti che in questo giorni verranno trasferiti e trattati nell'impianto Tmb Salario. Così nel post con cui avrebbe dovuto informare in merito ai fatti, cede alla tentazione di punzecchiare i cittadini dei comitati che a Ferragosto si sono radunati davanti all'impianto.

Un attacco politico, rivolto non solo al presidente del III municipio Giovanni Caudo, presente mercoledì insieme ai cittadini e ieri per verificare l'avvio delle operazioni, ma anche a quello dell'VIII Amedeo Ciaccheri che all'inizio di agosto aveva manifestato sotto la sede di Ama per le condizioni della raccolta dei rifiuti nel suo territorio guadagnandosi una minaccia di denuncia per procurato allarme da parte dell'assessora. Così lei ieri scrive: "Allarmare continuamente i cittadini, come accaduto di recente nei Municipi III e VIII, non aiuta a comprendere i reali motivi delle criticità strutturali che la Capitale sta affrontando con impegno e determinazione dopo decenni di inefficace gestione del ciclo dei rifiuti".

Parole che Caudo non ha lasciato cadere nel vuoto: "Gli abitanti del Municipio III - Roma Montesacro hanno un problema, ma non è solo quello contingente del treno dei rifiuti, è che da anni ormai sono costretti a respirare i miasmi provenienti dal TMB di via Salaria" ha scritto. "Per questo l’avevo invitata formalmente con lettera ad essere con me il 15 agosto li, nel luogo che più rappresenta il disagio dei cittadini". Poi sulla vicenda del treno: "Non abbiamo speculato, abbiamo contribuito in modo sostanziale a informare i cittadini sulla reale consistenza della vicenda. Quando è iniziata la movimentazione dei rifiuti del treno eravamo sul posto e abbiamo dato informazioni corrette e misurate, noi crediamo che la trasparenza sia un valore da praticare sempre non solo da enunciare".

Poi l'affondo: "E' vero si crea allarmismo soprattutto se i nostri cittadini scoprono solo dai giornali che c’ è un treno pieno di immondizia posizionato da oltre due mesi sotto le finestre di casa. Non oso immaginare che lei non ne fosse a conoscenza, eppure non ha sentito il dovere di comunicarlo né al municipio ma sopratutto ai cittadini. La trasparenza e le corrette informazioni sono il prerequisito perché non si creino allarmismi". Poi l'appello alla collaborazione e l'invito ad incontrare i cittadini: "Gentile assessora io non penso che lei, la sindaca e la giunta tutta di Roma Capitale siate la controparte del Municipio, sarebbe un errore istituzionale. 

Polemizza anche Matteo Zocchi, Capogruppo della Lista Civica Caudo Presidente e Vicepresidente Commissione Ambiente: "Faccio presente all’Assessore che sono i cittadini, da anni e al di là del colore politico in voga, a continuare a segnalare allarmati i miasmi alle istituzioni sollecitando la risoluzione del problema che -è bene ripeterlo- porta chi lo subisce ad avere vomito, bruciori e non poter condurre una vita normale, oltre al danno economico. Le assicuro, inoltre, che se non ci fosse stata la denuncia di Legambiente Lazio e poi la nostra alla stampa, il treno carico di rifiuti dopo due mesi sarebbe stato fermo ancora alla stazione a marcire".

Il post dell'assessora è stato infatti accolto da una valanga di commenti contrari: "Forse è il caso che vi facciate una visita dall'otorino, se non sentite questi odori. Oppure venite ad abitarci, forse capite meglio. Ci state prendendo proprio per deficienti" scrive Simona. "Più che Pinuccia, Pinocchio!! Vergogna!!" scrive Stefano."La farei vivere 1 settimana a fidene per farle bruciare le narici" continua Alessia. Continua Manuela: "Ma come vi permettete di dire certe cose?".

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

Torna su
RomaToday è in caricamento