rotate-mobile
Trasporto alunni disabili

Trasporto alunni disabili, inizia il nuovo corso: "Così garantiamo diritto allo studio"

A svolgere il servizio la RTI Arriva Italia Meditral, vincitrice del bando con cui il Comune ha sostituito la società Tundo

Per il trasporto degli alunni disabili di Roma inizia un nuovo corso: dopo la disastrosa esperienza con la società Tundo, tra pulmini inutilizzabili perchè senza manutenzione e assicurazione e lavoratori lasciati senza stipendio, questa mattina a svolgere il servizio ci hanno pensato gli scuolabus marchiati RTI Arriva Italia e Meditral, vincitrice del bando con cui il Comune ha sostituito la società inadempiente. La Rete Temporanea di Imprese gestirà il servizio per i prossimi 8 anni. 

Trasporto alunni disabili: dopo il disastro Tundo inizia il nuovo corso

Alla partenza dalla rimessa anche l’assessora alla Scuola, Lavoro e Formazione, Claudia Pratelli: “Un modo per esprimere la mia soddisfazione per l'avvio di un nuovo corso dopo i mesi di disagi gravissimi causati dalle inefficienze della società Tundo. Questa giunta, infatti, ha dovuto affrontare appena insediata una situazione disastrosa, che si protraeva ormai da tempo: una società allo sbando che non garantiva le corse e che non pagava gli stipendi dei lavoratori e delle lavoratrici. Nonostante gli sforzi messi in campo, con risorse straordinarie per affidare parte del servizio ad un'altra società e porre così rimedio ai problemi causati alle famiglie, agli alunni e alle alunne, e contemporaneamente pagando in surroga gli stipendi dei lavoratori, l'atteggiamento così irresponsabile e inaccettabile di Tundo è andato avanti spingendoci anche all'invio di una lettera alla Procura della Repubblica per accertare responsabilità e mancanze” - ha ricordato l’assessora. 

Il Comune saluta i nuovi scuolabus: "Così garantiamo diritto allo studio"

Oggi grazie alla procedura d'urgenza che il Comune ha espletato a metà dicembre per aggiudicare la nuova gara che assegna il servizio per il trasporto degli alunni disabili di Roma, si apre dunque una nuova fase. “Si tratta di un servizio fondamentale per garantire, specie in un momento così delicato per il mondo della scuola, il diritto allo studio per tutti e tutte. Occorre lavorare bene e con serietà” - il monito di Pratelli. “Auguri alla nuova società, agli alunni e alle alunne a tutti noi”. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto alunni disabili, inizia il nuovo corso: "Così garantiamo diritto allo studio"

RomaToday è in caricamento