Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica Salario

Trasporti Roma, Adoc: "Continui disservizi e disagi"

"Dovrebbero essere gratuiti per i romani"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Dopo il blocco prolungato della Roma-Lido e l'incidente sulla linea B della metropolitana l'Adoc lancia la provocazione: utilizzare il trasporto pubblico deve essere gratuito per i romani, visti i continui e numerosi disservizi, anche gravi, che sono costretti a sopportare.

"Probabilmente l'amministrazione capitolina non si rende conto di quale calvario possa essere utilizzare il trasporto pubblico a Roma - dichiara Lamberto Santini, Presidente dell'Adoc - il recente incidente sulla linea B della metropolitana e il blocco, con gravissimi disagi tra i passeggeri, della linea Roma-Lido di Ostia, sono solo la punta dell'iceberg di un trasporto pubblico assolutamente deficitario, inefficiente, inadeguato. Quotidianamente i cittadini romani, e i turisti, sono costretti a vivere un'odissea per spostarsi in città: autobus e metropolitane perennemente in ritardo, senza aria condizionata, stracolmi di persone, con rischio sicurezza elevatissimo; quartieri male o per nulla collegati tra loro, sebbene limitrofi, tanto che per lo stesso percorso con i mezzi pubblici ci si impiega in media tra i 40 minuti e l'ora, con l'auto 15-20 minuti, al netto del traffico; personale poco formato e poco attento verso l'utenza, in particolare la categoria dei diversamente abili; la possibilità di utilizzare la metro solo fino alle 23.30, quando a Parigi chiude alle 00.30 e a Madrid alle 01.30. Se questi sono i "servizi" offerti, allora ci sembra giusto che i romani non debbano pagare per utilizzarli. Siamo molto preoccupati in tal senso per l'imminente Giubileo: è l'occasione per mettere in atto tutti quegli interventi strutturali, assolutamente necessari, mai realizzati dal Campidoglio, a causa soprattutto di una mancanza di programmazione ma è evidente che l'amministrazione non può porre in essere questo "rinnovamento", ma se non si coglie l'attimo, si rischia di finire nel baratro. Ci auguriamo che il Giubileo della misericordia, così come lo intende Papa Francesco, sia veramente misericordioso per la città e i suoi cittadini, che non meritano una situazione di tale disagio. Questa è la vera occasione per ridare a Roma il ruolo e il lustro che le compete: le risorse ci sono, sarebbe delittuoso non sfruttarle. A beneficio non solo della Capitale, ma dell'intero Paese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti Roma, Adoc: "Continui disservizi e disagi"

RomaToday è in caricamento