rotate-mobile
Politica Piazza Vittorio Emanuele

Un tram dall'Esquilino ai Fori, annunciato tre anni fa il Comune torna a promettere: "Progetto c'è, pronti a presentarlo al ministero"

L'assessore alla Mobilità Pietro Calabrese assicura che il progetto esiste, mancano solo i fondi del ministero dei Trasporti

Nel suo tratto centrale porterà i romani da piazza Vittorio a piazza Venezia, collegando i due capolinea di via Prenestina e circonvallazione Gianicolense. È il tram 4 e sulla carta attraversa la Capitale da est a ovest, passando per il cuore della città. 

A presentarlo nelle sue principali caratteristiche fu la stessa Virginia Raggi accanto all'allora assessora ai Trasporti Linda Meleo (oggi ai Lavori pubblici). Era febbraio 2018 e i cantieri erano previsti per il 2019. Tre anni dopo, tra studi di fattibilità e Conferenza dei servizi per i pareri necessari, il Campidoglio torna a promettere: il progetto c'è. A garantirlo è l'assessore alla Mobilità Pietro Calabrese: "Lo presenteremo al ministero delle Infrastrutture per ottenere i finanziamenti necessari". Costo complessivo stimato: circa 20 milioni di euro. 

Il progetto del tram 4

La tranvia Venezia-Vittorio sarà il tratto centrale della nuova linea 4 che collegherebbe la Prenestina alla Gianicolense, lunga 4,8 km. Stando al progetto, a Piazza Venezia i tram proseguiranno sui binari già esistenti fino a Casaletto, mentre da piazza Vittorio continueranno verso Prenestina. Questa tranvia incrocerà tutte e tre le linee metro: la A a piazza Vittorio, la B su via Cavour e la C nella futura stazione di piazza Venezia.  

Nel dettaglio ecco il percorso: il capolinea sarà a piazza Vittorio (dove potrà intersecarsi con il 14 e il 5 provenienti da Largo Preneste e Centocelle) e per raggiungere i Fori Imperiali, il tram passerà da via dello Statuto, incrocerà via Merulana, attraverserà largo Brancaccio e scenderà su via Giovanni Lanza.

Poi uno stop intermedio a piazza San Martino ai Monti, che nei progetti diventerà un'isola pedonale libera dalla costante invasione di auto parcheggiate ovunque, e infine, percorrendo l'ultimo tratto di via Cavour arriverà a Largo Corrado Ricci, altra area dove le auto saranno bandite. "Prevediamo la fornitura di tram ad alto contenuto tecnologico da utilizzare su questa linea - ha spiegato l'assessore Calabrese - sono veicoli con sistema catenary free, ovvero possono procedere su alcuni tratti senza linea aerea". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tram dall'Esquilino ai Fori, annunciato tre anni fa il Comune torna a promettere: "Progetto c'è, pronti a presentarlo al ministero"

RomaToday è in caricamento