Politica Monti / Via Cavour

Un tram dall'Esquilino ai Fori passando per via Cavour: ecco il progetto 

Polemiche dal I municipio: "Noi minimamente consultati" 

Le carte del progetto

Partenza Piazza Vittorio, arrivo Largo Corrado Ricci, un chilometro e mezzo di binari, fino a 3500 passeggeri nelle ore di punta, e per l'occasione nuove aree pedonali e nuovi arredi urbani. E' il tram che collegherà l'Esquilino ai Fori Imperiali. Il M5s punta ad aprire il cantiere entro il 2019 e ha già avviato dieci giorni fa la Conferenza dei servizi per i pareri degli organi competenti. 

Il capolinea è a piazza Vittorio. Per raggiungere i Fori Imperiali, il tram passerà da via dello Statuto, incrocerà via Merulana, attraverserà largo Brancaccio e scenderà su via Giovanni Lanza. Poi uno stop intermedio a piazza San Martino ai Monti, che nei progetti diventerà un'isola pedonale libera dalla costante invasione di auto parcheggiate ovunque, e infine, percorrendo l'ultimo tratto di via Cavour arriverà a Largo Corrado Ricci, altra area dove le auto saranno bandite. Per realizzare la linea ci vorranno 20 milioni di euro, in larga parte dovrebbero arrivare dal Governo centrale. 

Ma non mancano lievi polemiche. Il progetto è stato recepito venerdì scorso in commissione congiunta Mobilità e Lavori pubblici. "Come si può conciliarlo con la minacciata isola ambientale di Monti (il progetto Argiletum, ndr) e l'inutile e dannosa chiusura del Parco del Colle Oppio che comporteranno posti auto in meno per migliaia di persone?" fa notare il consigliere di Fratelli d'Italia Stefano Tozzi. I posti auto sottratti sarebbero 220 in totale, secondo quanto comunicato dai tecnici presenti. Qualche perplessità arriva in particolare dal coordinamento comitati rione Monti.

"La premessa è che siamo tutti favorevoli all'incremento del trasporto pubblico e che non sono noti i dettagli del progetto - spiega l'architetto Flavio Trinca - detto ciò siamo rimasti un po' interdetti dall'utilità di una linea del genere su una tratta già coperta dalla metropolitana. Un altro aspetto che non convince è l'effetto barriera sul rione Monti, le scuole dei bambini sono tutte dall'altro lato di via Cavour e far passare il tram nel mezzo rischia di dividere in due il quartiere". La critica centrale comunque riguarda il metodo. "Nessuno si è preoccupato di confrontarsi con il municipiodichiara Stefano Marin, presidente della commissione - come sempre ci ritroviamo progetti calati dall'alto"


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tram dall'Esquilino ai Fori passando per via Cavour: ecco il progetto 

RomaToday è in caricamento