Politica

Traffico a Roma: ogni anno si perdono più di 21 giornate di lavoro

Nomisma ha pubblicato i dati sull’incidenza dell’automobile negli spostamenti

Quanti sono i romani che fanno affidamento sul trasporto privato? Ancora moltissimi. Per compiere la metà degli spostamenti, nella Capitale, si continua ancora a fare affidamento all’auto.

Le auto ogni mille abitanti

A Roma il tasso di motorizzazione è tra i più alti in Italia. Ogni mille abitanti nella città eterna ci sono ben 623 vetture. Tra le metropoli la Capitale si piazza così al secondo posto, dietro Torino (660) ma stacca nettamente le altre città, come ad esempio Milano. Nel capoluogo lombardo infatti ci sono “soltanto” 558 auto ogni mille abitanti.

Grossa differenza è data dal confronto tra Roma e le altre capitali europee. Sono infatti appena 480 madrileni su 1000 a disporre di un’auto, a Londra sono 360 a Parigi addirittura 250: due volte e mezzo in meno che nella città eterna. 

Il costante ricorso al mezzo privato

D’altra parte Roma è una città che si è sviluppata in maniera disordinata e quindi con una superficie di gran lunga superiore rispetto alle altre capitali europee. A proposito di superfici, la ricerca che Nomisma ha condotto in collaborazione con Uber, ha calcolato anche le densità veicolare. E’ un indice risultante dal rapporto tra il numero di auto rapportate al chilometro quadrato: a Roma sono 1376 e la media nazionale è di 131.

Dalla ricerca emerge inoltre che i romani fanno affidamenti all’auto per effettuare 55 spostamenti su 100. Questo massivo ricorso al mezzo privato ha delle conseguenze. La Capitale è infatti la città che nel 2019 (anno a cui si riferisce l’indagine appena uscita) si è perso il 38% in più di tempo rispetto a quello che sarebbe previsto in assenza di traffico. E’ la peggiore performance in assoluto tra le città italiane. 

Il tempo perso nel traffico

A Roma, nell’ora di punta mattutina, si impiegano 54 minuti per compiere un tragitto che in assenza di traffico richiederebbe 30 minuti, con un aumento di tempo pari a circa l’80%. Per avere un termine di paragone si può pensare a Milano. Nella città di Sant’Ambrogio i minuti aggiuntivi per un percorso di 30 minuti sono 21. 

Ma tutto questo tempo trascorso in auto, che ricadute ha nella vita quotidiana? La risposta è intuitiva ed è facilmente desumibile dall’esperienza di ciascuno. Su base annuale, però, desta impressione. Tutto il tempo passato nel traffico, nell’arco di 12 mesi, ha un peso considerevole. A Roma ogni anno nel traffico si perdono l’equivalente di 20,5 giornate lavorative, calcolate su una giornata di otto ore. Anche in questo caso la città eterna stabilisce un record. In negativo.

Domanda di mobilità-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico a Roma: ogni anno si perdono più di 21 giornate di lavoro

RomaToday è in caricamento