Rifiuti, si ferma il Tmb di Rocca Cencia: dopo mesi di lavoro senza sosta arriva la manutenzione

Dal 3 febbraio, a linee alternate, l'impianto andrà in manutenzione straordinaria. Ama assicura: "Manteniamo comunque una produttività sopra il 50%". Per il resto conterà sui Tmb del Lazio

Esercito fuori dall'impianto Tmb di Rocca Cencia

Dal 3 febbraio, dopo mesi di lavoro ininterrotto, si fermerà l'impianto di Trattamento meccanico biologico di Rocca Cencia, l'unico rimasto di proprietà Ama dopo l'incendio che lo scorso dicembre 2018 ha colpito quello gemello del Salario. Non sarà uno stop totale, secondo quanto apprendiamo da Ama le due linee di lavoro si alterneranno. Ognuna resterà ferma per circa due, tre settimane. Il tempo esatto è ancora da definire. Reggerà il già fragile sistema di trattamento e smaltimento rifiuti della Capitale?

La Regione Lazio ha ampiamente rassicurato sul punto. Ecco le ultime dichiarazioni dell'assessore Massimiliano Valeriani: "Le quantità di talquale che vengono lavorati in quell'impianto saranno ripartiti e lavorati tra vari impianti di diversi territori" . E ancora: "L'indifferenziato prodotti da Roma è di 17/18mila tonnellata ogni settimana e la disponibilità ricettiva degli impianti è di circa 19mila tonnellate, ben al di sopra delle necessità di Roma, mentre lo smaltimento è garantito da discariche situate fuori dal territorio capitolino". 

Già, la Pisana ha stipulato degli accordi interregionali con Marche e Abruzzo per portare fuori 70mila tonnellate di rifiuti da Roma, questo soprattutto per sopperire all'assenza, con la chiusura di Colleferro, di una discarica sul territorio. In più ci sono gli impianti Tmb dei privati nel Lazio, gli stessi che hanno supportato Ama quando era ancora in vigore l'ordinanza della Regione. Il Tmb di Porcarelli, il più vicino, quello della Saf di Frosinone e di Ecologia Viterbo. L'obbligo di accogliere i rifiuti però non c'è più, è decaduto con la scadenza della prima ordinanza lo scorso 16 gennaio. Ma le disponibilità residuali, garantiscono ancora dalla Pisana, ci sono. Starà ora ad Ama rivedere gli accordi già in essere con i vari proprietari. E comunque, spiegano dall'azienda, "verrà garantità una produttività sopra il 50%". Che tradotto vuol dire: verranno comunque trattate nella linea che rimane operativa circa 500 tonnellate di rifiuti, più della metà del totale che si aggira intorno ai 750. 

Il Tmb del VI municipio, lo ricordiamo, è tristemente noto alla città per le tante proteste di comitati e abitanti. Lavora a pieno ritmo dall'emergenza rifiuti della scorsa estate, in condizioni di stress da sovraccarico che più volte hanno causato guasti temporanei alle linee di trattamento. E con l'emissione di miasmi continui, insopportabili per chi abita nei pareggi del sito e oggetto di un'indagine aperta dalla Procura. Senza contare le denunce legate alla contrazione di patologie tumorali nella zona

"Tutte le operazioni effettuate all’interno dell'impianto vengono svolte nel rispetto delle autorizzazioni, della normativa vigente e delle procedure di sicurezza prcescritte" ha sempre assicurato Ama. La sindaca stessa però ha sempre parlato di "smantellamento" al più presto. Durante un Consiglio straordinario sui rifiuti di dicembre, dichiarava: "Il sito va chiuso e riconvertito. Poi saremo noi a indicarne uno nuovo dove realizzare un nuovo Tmb di ultima generazione che abbatta la quantità di rifiuti in uscita". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre a portare in aula capitolina anche la testimonianza di un lavoratore, Tiziano Innocenti, responsabile Ama per la sicurezza sul lavoro. "Il tmb di Rocca Cencia ha bisogno di manutenzione, sta per scoppiare. I miei colleghi che lavorano lì sono eroi che operano con tante difficoltà e questi ragazzi, malgrado quel posto di lavoro sia sommerso di rifiuti, continuano a svolgere le loro attività". Finalmente l'agognatissima manutenzione è pronta a partire. Un primo risultato, in attesa di chiudere una volta per sempre l'impianto, come promesso dal Campidoglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento