Politica

Dalla Lega Nord al M5S, Raggi chiama in Campidoglio la portavoce di Cota

L'ultima nomina della sindaca si chiama Tiziana Passerotto. Esperta di comunicazione, ha un lungo curriculum tra i politici 'padani': lavorò anche per Roberto Castelli quando era ministro e per il gruppo del Carroccio alla Camera

L'ex ministro della Giustizia, Roberto Castelli, nel 2005, con l'addetto-stampa Tiziana Passerotto SCHIAVELLA /ANSA

Dalla Lega Nord al Movimento cinque stelle di Virginia Raggi. Non è passata inosservata l'ultima nomina della sindaca di Roma in tema di comunicazione. La new entry a Palazzo Senatorio si chiama Tiziana Passerotto, esperta di comunicazione, con un lungo curriculum di successo a fianco dei politici del Carroccio. Dopo aver lavorato come portavoce del gruppo della Lega Nord alla Camera, ha seguito con lo stesso ruolo l'ex presidente dei deputati Roberto Cota in Piemonte quando è diventato governatore. Prima ancora a fianco di Roberto Castelli quando era ministro della Giustizia durante il Governo Berlusconi.  Si è affacciata anche nella Lombardia di Roberto Maroni come consulente dell'assessore all'Agricoltura. Ora lavorerà a fianco della sindaca e della Giunta pentastellata della Capitale. 

L'ufficio che le è stato assegnato, si legge nella delibera del 18 novembre che ne ha approvato l'elezione, è di "diretta collaborazione della sindaca". Tiziana Passerotto è stata ritenuta la "figura professionale adeguata" per "coordinare i molteplici flussi comunicativi tra l’Organo di Vertice capitolino e le Strutture capitoline, tenendo conto della complessità delle problematiche e della molteplicità delle informazioni da sistematizzare ed ottimizzare all’interno del predetto Ufficio".

Nella delibera si leggono anche le motivazioni che hanno portato a scegliere il suo profilo: ha lavorato nel "periodico Apilombarda News, come tutor per corsi promossi dalla Regione Lombardia ed all’attività svolta in qualità di responsabile per l’area della raccolta e sistematizzazione di dati divulgativi e loro impiego in flusso informativo presso gli Uffici del Vice Presidente del Senato della Repubblica". E ancora, "dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, in seno ai gruppi parlamentari presso la Camera dei Deputati e presso il Senato, nonché presso la Presidenza della Regione Piemonte ed il Ministero della Giustizia". Ora nella giunta pentastellata di Virginia Raggi. Lo stipendio annuo lordo sarà di poco meno di 45 mila euro, oltre oneri e Irap. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Lega Nord al M5S, Raggi chiama in Campidoglio la portavoce di Cota

RomaToday è in caricamento