Politica

Furia olandese, non si arrestano le polemiche. Alfano propone un Daspo europeo

Il sindaco, al termine del vertice al Viminale di sabato mattina, ha polemizzato con il Questore: "Non è un successo il fatto che non ci sono stati morti". A distanza il Capo della polizia: "Soddisfatto"

Il ministro Angelino Alfano che ha proposto un Daspo europeo. Il capo della Polizia che ha risposto al sindaco Ignazio Marino che a sua volta aveva polemizzato con il Questore. E infine un gesto distensivo, che però non è bastato a placare gli animi, da parte del premier olandese Mark Rutte che nel pomeriggio di ieri ha telefonato al premier Matteo Renzi per ‘scusarsi’ e confermare i buoni rapporti tra l’Italia e l’Olanda. Sono destinate a continuare anche nei prossimi giorni le polemiche relative ai disordini e alle devastazioni lasciate per le strade della Capitale dal passaggio dei tifosi olandesi del Feyenoord di giovedì pomeriggio. 

Al centro della politica nazionale ed internazionale c’è la proposta del ministro dell’Interno Angelino Alfano che su Twitter scrive: “Per hooligan olandesi punizioni severe e proporrò Daspo europeo per i tifosi violenti. Nessuno può devastare le nostre città”. 

Intanto a Roma il botta e risposta tra il sindaco Ignazio Marino e i vertici delle forze del’ordine è continuato per tutta la giornata. Le parole del primo cittadino di ieri mattina a margine del vertice al Viminale, “non posso considerare un successo il fatto che non ci siano stati morti”, pronunciate in risposta alle dichiarazioni del questore Nicolò D’Angelo, non sono piaciute al capo della polizia Alessandro Pansa che ha replicato dichiarandosi orgoglioso del lavoro svolto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furia olandese, non si arrestano le polemiche. Alfano propone un Daspo europeo

RomaToday è in caricamento