Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica Lungotevere delle Navi

Tevere, il boschetto sotto ponte Matteotti piace alla Regione: sarà un futuro "Monumento naturale"

All'unanimità il Consiglio regionale ha chiesto a Zingaretti di valorizzare l'area verde

L'area verde vista da Ponte del Risorgimento. Foto Google Maps

Tra Ponte Risorgimento e Ponte Matteotti c’è un’area verde che piace alla Pisana. Il boschetto che ha riconquistato la riva del Tevere, è stato al centro di una richiesta inviata al presidente Zingaretti.

L'idea che piace in Regione

Al governatore del Lazio, i consiglieri di maggioranza ed opposizione hanno proposto l’istituzione di un “Monumento naturale”. Il bosco in questione si trova all’altezza del Lungotevere delle Navi e sarebbe la sesta area a godere dello status che, solo la Regione, può accordare.

Dove si trova

“Si tratta di un’area all’interno del tratto metropolitano di Roma del Fiume Tevere- di 5mila metri quadri che contiene un bosco ripariale di interesse naturalistico -  ha spiegato Valerio Novelli (M5s) autore della mozione votata alla Pisana - E’  un’area che il Wwf ha gestito nel periodo dal 1989 al 2000 e che ha portato all’attenzione del sottoscritto l’opportunità di tutelare un punto naturalistico di pregio all’interno del tessuto urbano di Roma”.

Un'area riconquistata dalla natura

La proposta, avanzata dal WWF e portata in consiglio da Novelli, ha trovato un ampio consenso visto che è stata votata all’unanimità. “La nostra scommessa per vedere riconosciuta all'Oasi Urbana del Tevere la tutela necessaria a salvaguardare la paziente opera che la Natura ha svolto per rigenerare sé stessa, in un luogo completamente trasformato dalla mano dell'uomo, parte da lontano, dalla fine degli anni '80. La richiesta di farne di un Monumento naturale è più recente, ma non poi così tanto” ha commentato Raniero Maggini, presidente del WWF Roma e Area Metropolitana.

Iter avviato

Il primo passo per trasformare il boschetto in un’area protetta, al pari del laghetto dell’ex Snia o del Fosso della Cecchignola, è stato concluso. Gli altri cinque Monumenti Naturali già istituiti in città, sono attualmente gestiti dall’ente regionale RomaNatura. Perchè possa diventarlo anche l’area verde di Lungotevere delle Navi, serve il via libera del presidente Zingaretti. Se arriverà la firma del governatore del Lazio, il Tevere potrà disporre della sua prima area protetta in ambito urbano.

Cosa sono i Monumenti naturali

I Monumenti naturali, la cui istituzione è disciplinata dalla legge regionale 29/1997,  sono habitat o ambienti omogenei, esemplari vetusti di piante, formazioni geologiche, ricolonizzazioni di specie o affioramenti fossili che presentino caratteristiche di rilevante interesse naturalistico o scientifico. In virtù di tale valore, queste aree vengono considerate protette e, quindi, non modificabili. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tevere, il boschetto sotto ponte Matteotti piace alla Regione: sarà un futuro "Monumento naturale"

RomaToday è in caricamento