rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Acea ha presentato la sua offerta per realizzare il termovalorizzatore di Roma

Per la multiutility guidata da Fabrizio Palermo si tratta di un "progetto strategico". L'impianto dovrebbe essere pronto entro l'inizio del 2027

Acea ha presentato la sua offerta per realizzare il termovalorizzatore di Roma. La proposta, già annunciata il 9 maggio dall’amministratore delegato di Acea, Fabrizio Palermo, è arrivata entro il termine previsto per le candidature, sabato 18 maggio alle 12, per l’affidamento della concessione del polo impiantistico relativo alla progettazione, autorizzazione all’esercizio, costruzione e gestione del termovalorizzatore a Santa Palomba. 

L’offerta di Acea 

La multiutility si è riunita in un'associazione temporanea di impresa con Vianini Lavori, Hitachi, Suez e Rmb e ha presentato la sua offerta dopo aver acquisito l’autorizzazione da parte del Consiglio di amministrazione della controllante e il parere favorevole del Comitato per le operazioni con parti correlate. “Tale iniziativa – spiega Acea in una nota - presenta un’indubbia opportunità per il gruppo Acea di consolidare la propria posizione di player nazionale nel settore ambientale ad alto contenuto tecnologico e, in particolare, di rafforzare la propria leadership nel settore in Centro Italia”. Parole che ricalcano quelle pronunciate alcuni giorni fa da Palermi: “Un progetto strategico di cui siamo promotori – aveva detto - importante perché svolgiamo su Roma la gestione della parte ambientale attraverso altri termovalorizzatori in particolare su San Vittore a Frosinone, ma anche perché può essere l'inizio di ulteriori sviluppi in questo ambito. Sarebbe il primo progetto promosso direttamente da Acea, gli altri sono stati acquistati".

40 milioni per nulla. Come funziona l’impianto che catturerà la CO2 del termovalorizzatore

Quando sarà pronto il termovalorizzatore

Secondo la tabella di marcia dettata da Gualtieri, l'impianto di incenerimento e trasformazione dei rifiuti in energia non sarà pronto per il Giubileo: dovrebbe essere completato, invece, entro la fine del 2026, al massimo a inizio 2027. Il cantiere, dal momento della consegna dei lavori, avrà una durata di circa due anni e dovrebbe partire nell'autunno di quest'anno. 

240mila litri d’acqua al giorno. Perché il termovalorizzatore di Roma rischia di prosciugare i Castelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acea ha presentato la sua offerta per realizzare il termovalorizzatore di Roma

RomaToday è in caricamento