rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

D'Amato: "Termovalorizzatore a Roma scelta coraggiosa, una vera svolta anche per la salute pubblica"

Le parole dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio in merito all'annuncio di Gualtieri sulla realizzazione dell'impianto

"La decisione del sindaco Gualtieri di realizzare un termovalorizzatore a Roma è una scelta coraggiosa e importante, e può rappresentare per la città una vera svolta, non solo dal punto di vista del decoro e dell'immagine, ma anche per la salute pubblica e le condizioni igienico-sanitarie generali". A dirlo è l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. La scelta del primo cittadino della Capitale, comunicata due giorni fa in aula Giulio Cesare, ha spiazzato la città, nessuno se lo aspettava anche perché l'impianto non era nel programma elettorale. E ora sia in maggioranza che tra gli elettori è calato il gelo. In tanti temono per i possibili effetti inquinanti e a cascata per la salute dei cittadini. 

Come Gualtieri bypasserà il piano rifiuti

Eppure l'assessore, competente proprio in materia di salute pubblica e sanità, dice tutt'altro. Non solo non accenna a conseguenze negative legate alla realizzazione di un termovalorizzatore ma ne tesse del lodi. "La chiusura del ciclo consentirà infatti di non avere i rifiuti per strada, alla portata di animali che possono trasmettere malattie e parassiti. Come i due anni di pandemia possono insegnarci, luoghi urbani sani migliorano la sicurezza, l'igiene pubblica e la qualità della vita. Roma più pulita sarà quindi più bella, vivibile e salubre". 

L'asse D'Amato-Calenda

Una posizione a favore dell'impianto che D'Amato condivide non solo con il sindaco Gualtieri ma anche con gli esponenti della lista Calenda, area a cui più volte è stato dato vicino. "Sono assolutamente favorevole ai termovalorizzatori, lo sosterremo dall'opposizione" ha dichiarato il leader di Azione. A fargli eco i consiglieri capitolini Carpano, Nanni e De Gregorio che insieme ai leghisti in consiglio comunale avevano votato a fine gennaio un ordine del giorno proprio sulla realizzazione di un termovalorizzatore.

Idem in Regione con le parole della consigliera Valentina Grippo: "Bene che il sindaco di Roma abbia capito l'importanza di questa tecnologia, nell’interesse di tutti i romani che, per anni, hanno vissuto le inefficienze dell’amministrazione Raggi ed i suoi preconcetti rifiuti verso una modalità di smaltimento sicura e  moderna. Adesso al lavoro, anche utilizzando i poteri commissariali, per rendere Roma autosufficiente, realizzando l'impianto senza indugi". 

Un asse quello D'Amato-Calenda già emerso parlando di candidature alle regionali del 2023. Con l'ex ministro dello Sviluppo economico tra coloro che hanno applaudito l'assessore dem per la gestione della pandemia, auspicandone la candidatura a governatore e assicurandone eventualmente il sostegno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Amato: "Termovalorizzatore a Roma scelta coraggiosa, una vera svolta anche per la salute pubblica"

RomaToday è in caricamento