Politica

Teatro Valle, Alemanno: "Centro sociale mascherato. Spero lo diriga Albertazzi"

Il Sindaco: "Vorrei che Albertazzi diventasse il direttore artistico". Il maestro durante il suo intervento: "Ci sono stato. Lì c'è un clima da anni '70"

Dopo il Festival del Cinema a Muller, il teatro dell'opera a Muti, il Santa Cecilia ad Antonio Pappano e l'Argentina al Lavia, il sindaco Alemanno fissa un nuovo obiettivo nelle politiche culturali della sua amministrazione: affidare la direzione del Teatro Valle a Giorgio Albertazzi. E' quanto lo stesso sindaco ha annunciato durante la presentazione di Rete attiva per Roma.

Alla presentazione ha partecipato anche lo stesso Albertazzi che, intervenuto prima del sindaco, ha parlato anche del Valle occupato: "Ci sono stato. Ci sono cose buone, altre che invece non mi piacciono. C'è un clima da anni '70". Pochi minuti dopo è il sindaco a parlare: "Mi auguro di poter dare a Giorgio Albertazzi la direzione artistica del Teatro Valle che sta diventando un centro sociale mascherato".

Alemanno ha detto di sperare "che ci sia spazio per una moral suasion di chi oggi occupa il teatro perché capisca che ci sono progetti importanti di natura pubblica e aperti a tutti e quindi non c'é alcuna voglia di privatizzare il Valle. Vorrei che Giorgio Albertazzi ne diventasse direttore artistico non per farne un teatro chiuso ma aperto a tutti".

Il sindaco ha ricordato di aver "già proposto un incontro agli occupanti", un invito "respinto. Sono disponibile ad incontrarli e sollecito ancora una volta un incontro".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Valle, Alemanno: "Centro sociale mascherato. Spero lo diriga Albertazzi"

RomaToday è in caricamento