rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Strisce blu, rincari più vicini: sì in Aula alla mozione per la sosta a 3 euro

Con l'atto si impegna la sindaca ad attuare gli indirizzi del piano generale del traffico urbano, primo fra tutti l'aumento delle tariffe

Ok in Aula ai rincari della sosta sulle strisce blu. Dopo l'annuncio di metà giugno, l'Assemblea capitolina ha approvato con 24 voti favorevoli e un solo voto contrario la mozione 134/2018, a prima firma del presidente della  commissione mobilità di Roma Capitale, Enrico Stefàno (m5s). Il testo impegna la sindaca Virginia Raggi e la giunta ad attuare gli indirizzi previsti dal nuovo piano generale del traffico urbano, con appunto gli aumenti tariffari.

Ecco i numeri dei rincari: sosta a 3 euro l'ora in Centro storico (oggi è a 1,2 euro), quella a 1,5 euro nell'anello ferroviario, cancellazione del mini abbonamento mensile da 70 euro via anche i parcheggi gratuiti sulle strisce bianche. Gli stalli a pagamento passeranno dagli attuali 75.820 a circa 93.000, +22 per cento. (QUI NEL DETTAGLIO TUTTE LE MISURE)

"Sappiamo che il rialzo delle tariffe è sempre un tema dibattuto nella nostra città" ha spiegato Stefàno in Aula "i cittadini si sentono vessati, ma vorrei dimostrarvi che in realtà è esattamente il contrario". E ancora: "A dimostrazione di questo ci sono degli studi che mostrano come dopo l'aumento della tariffa in Prati la velocità commerciale degli autobus migliorò anche del 25%. Inoltre, il numero eccessivo di automobili crea problemi alle soluzioni della mobilità alternativa come il car e il bike sharing e ai taxi".

L'atto votato ieri è una mozione di indirizzo per accelerare i tempi, ma le nuove tariffe diventeranno realtà con apposita delibera che dovraà anche questa passare dall'Aula. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu, rincari più vicini: sì in Aula alla mozione per la sosta a 3 euro

RomaToday è in caricamento