Politica

Ciampi, restituita la 'g' ad "Azelio": rimosso responsabile dopo il targa-gate. Raggi: "Errore grave"

La sindaca di Roma: "Il responsabile ha già ricevuto una lettera di procedimento disciplinare ed è stato rimosso"

Chi ha commesso "l'errore grave" sulla targa intitolata a Carlo Azeglio Ciampi "è stato rimosso". Virginia Raggi, sindaca di Roma, a Cartabianca risponde così alle domande sul 'targa-gate' che ha tenuto banco per tutta la giornata del primo giugno quando, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stato inaugurato largo Carlo Azeglio Ciampi. Anzi, 'Azelio', senza la 'g'.

L'errore grossolano sul nome del presidente emerito non è passato inosservato. "La targa è stata sostituita", dice Raggi, ammettendo che l'episodio "è molto grave. Il responsabile ha già ricevuto una lettera di procedimento disciplinare ed è stato rimosso. È la stessa persona che ha scritto e avrebbe dovuto controllare. E non lo ha fatto. È stato rimosso? Sì".

Il caso, tuttavia, ha infiammato il dibattito politico. Merito, per così dire, del Paolo Ferrara, il consigliere fedelissimo della sindaca che ci mette la faccia - come sottolinea anche lui - e lo fa evocando il complotto: "Si avvicinano le elezioni e ormai si inventano tutto per fermare Virginia Raggi. La targa con il nome sbagliato di Carlo Azeglio Ciampi non è un semplice errore. Vi sembra possibile? Sono una persona libera e dico chiaramente che per me la risposta è no. Questa è la targa che la Sindaca ha fatto immediatamente sistemare. Poi diciamola tutta perché io non ho mai visto un Sindaco con lo scalpello in mano incidere una targa; per cui non è certamente lei la responsabile".

ciampi-2-2

Non solo. Ferrara ha anche le "prove" e la mostra sui social: "Praticamente è con questo telo sporco e fetente che avevano allestito per coprire la targa da inaugurare di Carlo Azeglio Ciampi. - scrive su Facebook postando una immagine - Secondo voi è normale utilizzare questo telone per coprire le più alte cariche dello Stato e il Presidente della Repubblica durante una cerimonia ufficiale? Il nostro cerimoniale l'ha fatto levare questa mattina prima dell'evento. Qualcuno forse si dovrebbe fare più di una domanda e darsi una risposta. Secondo voi quando fa paura Virginia Raggi?". 

Parole che hanno scatenato le Opposizioni. "Strano che Paolo Ferrara non abbia ipotizzato, fra le altre cose, che la targa con il nome sbagliato di Carlo Azeglio Ciampi fosse stata colpa della Regione Lazio", ha scritto il vicesegretario del Pd Lazio, Enzo Foschi.

"Da grandissimo italiano qual è stato, Carlo Azeglio Ciampi si sarebbe fatto probabilmente una risata. Ma in questo incredibile errore c'è molto del pressappochismo dell'attuale amministrazione comunale di Roma. È davvero ora di voltare pagina", scrive su Twitter Roberto Gualtieri, candidato alle primarie della coalizione del centro sinistra a sindaco di Roma.

Anche il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni incalza: "Raggi e i consiglieri M5s parlano di semplice errore quando invece la superficialità e l'approssimazione di questa Amministrazione arriva a fare pasticci anche con la memoria storica del nostro Paese". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciampi, restituita la 'g' ad "Azelio": rimosso responsabile dopo il targa-gate. Raggi: "Errore grave"

RomaToday è in caricamento