rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Disabili: il Comune taglia servizi di consulenza e inserimento lavorativo

Si tratta di servizi di assistenza forniti fino ad oggi dalla sezione Roma di AIPD (Associazione Italiana Persone Down). Per il mese di ottobre il Comune ha sospeso i pagamenti

Dopo l'assistenza domiciliare, ancora tagli sul sociale. Di oggi la telefonata del XIV Dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della Salute del Comune di Roma alla sezione romana dell'AIPD (Associazione Italiana Persone Down): per tutto il mese di ottobre una serie di programmi di assistenza ai disabili verrà sospesa.

Parliamo del servizio base, il SIC (Servizio di Informazione e Consulenza), che avvalendosi della collaborazione di un'équipe costituita da assistente sociale, pediatra, neurologo, psicologa clinica, psicologa dello sviluppo, offre alle famiglie la possibilità di effettuare visite periodiche di controllo sullo sviluppo globale dei bambini, ragazzi e adulti con sindrome di Down. 

Si interrompe pure il SIL (Servizio di Inserimento Lavorativo), il servizio che attraverso colloqui di conoscenza e di valutazione, si propone di sostenere i disabili e le loro famiglie nell’orientamento al termine del ciclo scolastico. 

E poi ci sono i cosiddetti PERCORSI, progetti mirati alla conquista e all'accrescimento dell'autonomia personale e sociale dell'assistito. Tutti servizi che almeno fino al mese di novembre non saranno disponibili. Le famiglie però li hanno già pagati per il 55%, l'altro 45% dovrebbe darlo il Comune, che è con l'acqua alla gola e non paga. Niente soldi, niente stipendi agli operatori, niente servizi. 

"La sezione -si legge in una nota dell'associazione italiana persone down - non è in grado di onorare i compensi degli operatori sotto contratto che operano per conto di noi familiari. Ricordiamo che i preventivi di spesa riguardano sostanzialmente il pagamento di operatori specialistici, medici, assistenti sociali, psicologi, educatori, che, in virtù di differenti forme contrattuali, lavorano per dei familiari affinchè siano di sostegno a famiglie, persone con sindrome di Down e datori di lavoro. 

Circa 500 persone sono colpite da questi provvedimenti del Comune. Gli altri progetti in convenzione possono proseguire le attività, fermo restando che la situazione gravissima che si è venuta a creare potrebbe mettere la Sezione nelle condizioni di stabilire altre sospensioni - continua. Invitiamo tutti ad essere presenti il prossimo 10 ottobre ore 16.30 presso la sala della Città dell’Altra economia dove AIPD Roma presenterà alla città il primo Bilancio sociale della sezione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili: il Comune taglia servizi di consulenza e inserimento lavorativo

RomaToday è in caricamento