rotate-mobile
Politica

Polizia Locale, Sulpm: "Napolitano istituisca la bandiera nazionale"

Il Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Municipale chiede alla Presidenza della Repubblica di istituire una bandiera nazionale della Polizia Locale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Ancora una volta la Polizia Locale viene dimenticata dagli onori per la Liberazione, eppure i Vigili Urbani hanno dato il loro contributo di vite umane. Ne ricordiamo alcuni: il 12 settembre 1943 a Barletta 11 Vigili Urbani furono fucilati dai nazisti perchè dopo l'armistizio si opposero agli invasori, a Firenze nel 1944 il maresciallo dei vigili urbani Pietro Stefanini venne fucilato insieme alla moglie per aver favorito i partigiani della Brigata Sinigallia, il Vigile Guido Piscini e il Brigadiere Attilio Mazzoni vennero uccisi da una mitragliatrice tedesca mentre approntavano la linea telefonica e la staffetta attraverso il Corridoio vasariano. A Milano il 26 aprile 1945 squadre di Vigili Urbani appartenenti alla 133 Brigata Garibaldi Sap inseguono e bloccano un autoblindo di fascisti della X Mas, nella sparatoria un vigile viene ucciso, ma invece di lasciare i prigionieri alla folla inferocita li consegnano al Prefetto Riccardo Lombardi. Il 3 maggio 1945 a Fiume, nell'Istria, i Vigili, rimaste le uniche divise insieme a Carabinieri e Finanzieri vengono catturati e imprigionati dall'esercito di Tito. Ad Abbazia (ora Grad Opatjia) nel maggio del 1945 due Vigili, Jacopacci Ezio e Scantamburlo Daniele vennero fucilati dall'esercito titino." Lo ha ricordato Alessandro Marchetti, segretario generale Aggiunto del Sulpm.
 
"Solo perché il nostro datore di lavoro è l'Ente Locale - ha concluso Marchetti - i burocrati ministeriali non ci considerano neanche  italiani, ma noi il tricolore e lo spirito di servizio e sacrificio lo abbiamo portato e lo portiamo nel cuore. Questo paese deve fare pace con se stesso, solo se uniti, senza se e senza ma, potremo affrontare il futuro con maggiori aspettative, non possono continuare a ritenerci quasi italiani. Per questo abbiamo scritto al Sindaco Alemanno, affinché si attivi presso la Presidenza della Repubblica, per far istituire una bandiera nazionale della Polizia Locale fregiandola con le numerose benemerenze nel tempo ricevute dai Vigili Urbani in tutta Italia. Dimenticare i nostri Caduti è come ucciderli una seconda volta."
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale, Sulpm: "Napolitano istituisca la bandiera nazionale"

RomaToday è in caricamento