Politica Centro Storico

Vicesindaco Belviso: "Vicinanza alla studentessa vittima dello stupro"

Il vicesindaco Sveva Belviso ha espresso la propria vicinanza alla studentessa di 21 anni vittima dello stupro di gruppo all'Esquilino

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Quanto accaduto alla studentessa italiana di 21 anni è un episodio terribile e crudele. Alla giovane vittima di un atto così grave esprimo la mia vicinanza e quella dell'amministrazione capitolina con l'auspicio che possa rimettersi al più presto". Così in una nota il vicesindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso. "La violenza ai danni di una donna - continua Belviso - è di per sé un fatto estremamente grave, ma quando a commetterla é un gruppo di persone il crimine assume una connotazione ancora più lesiva e deprecabile in quanto, in questi casi, prevale l'istinto tipico dell'appartenenza ad un branco che, spinto dalla forza del gruppo, produce una ferocia incontrollata verso la propria vittima. Desidero confermare alla ragazza la piena disponibilità di Roma Capitale ad offrire tutto il necessario sostegno psicologico per superare, per quanto possibile, questo momento difficile - conclude Belviso - Rivolgo, infine, il ringraziamento di Roma Capitale ai militari della stazione dei carabinieri di Piazza Dante per l'intervento tempestivo, che grazie al coraggio dimostrato della giovane nel volere denunciare quanto accaduto, ha permesso di consegnare alla giustizia gli aguzzini per i quali auspico una pena severa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicesindaco Belviso: "Vicinanza alla studentessa vittima dello stupro"

RomaToday è in caricamento