Politica

Stupro al parco, Belviso: "Pena severa per fatto atroce"

"Alla vittima va la mia vicinanza e la solidarietà di tutta l'amministrazione capitolina"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Quanto accaduto ad una quarantenne, moglie e madre di tre figli, la scorsa notte nel parco di Torpignattara e' un fatto grave e orribile che va punito severamente".

È quanto dichiara in una nota il vicesindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso.

"Alla vittima- aggiunge Belviso- che ha dimostrato grande determinazione nel reagire prontamente alla violenza subita, permettendo di assicurare il suo aggressore alle forze dell'ordine, va la mia vicinanza e la solidarieta' di tutta l'amministrazione capitolina. Roma Capitale si impegna a garantire alla donna, qualora lo richiedesse, tutto il necessario sostegno psicologico affinche' possa superare, per quanto possibile, questo difficile momento".

"Desidero inoltre- prosegue il vicesindaco- rivolgere ancora una volta un appello a tutte quelle donne vittime di violenza, che spesso non trovano la forza di reagire al sopruso subito, di non avere timore nel denunciare il proprio aguzzino, perche' chi si e' macchiato di questo terribile crimine merita una punizione esemplare. Infine- conclude Belviso- agli agenti del commissariato Prenestino esprimo un particolare ringraziamento per aver assicurato alla giustizia in tempi brevi colui che ha commesso questo grave reato, auspicando una pena certa e immediata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro al parco, Belviso: "Pena severa per fatto atroce"

RomaToday è in caricamento