Strisce blu, è guerra sugli aumenti: Codacons annuncia ricorso

L'associazione dei consumatori dichiara aperta la battaglia: "Si tratta di aumenti abnormi, che non trovano giustificazione alcuna nella realtà"

Sulle strisce blu comincia la battaglia. Non politica si intende, perché la delibera è ormai esecutiva, ma giuridica. Gli aumenti tariffari (da 1 euro a 1,50) e l'abolizione delle tariffe agevolate ormai sono in vigore (da ieri). E, seppur l'adeguamento sarà graduale visti i tempi fiosologici per tarare tutti i parchimetri, l'unica guerra che si può dichiarare è in tribunale. 

RICORSO AL TAR - Così il Codacons annuncia un ricorso collettivo al Tar del Lazio contro la delibera di fine luglio, tra le propedeutiche al bilancio di previsione. Già in passato l'associazione dei consumatori "era stata legittimata dai giudici amministrativi ad impugnare la regolamentazione dei parcheggi a pagamento nella Capitale, conquistando la cancellazione delle strisce blu su tutto il territorio comunale", spiegano tramite nota stampa.

"Si tratta di aumenti abnormi, che non trovano giustificazione alcuna nella realtà - tuona il presidente Carlo Rienzi - Non solo infatti le tariffe aumentano del 50%, ma vengono anche cancellate quelle agevolazioni per i meno abbienti o per chi è costretto a parcheggiare sulle zona a pagamento quando si reca a lavoro e deve sostare 8 o più ore, trasformando così le strisce blu in veri e propri 'parcheggi per ricchi'".

"Abbiamo dunque deciso di presentare un ricorso collettivo al Tar del Lazio, al quale possono partecipare tutti i cittadini romani che intendano contestare il provvedimento- prosegue Rienzi- anche perchè la motivazione alla base dell'aumento tariffario è assolutamente paradossale: si vorrebbe incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici, che però a Roma non funzionano".

"264 EURO AL MESE PER PARCHEGGIARE" - Denunce arrivano anche da Federconsumatori. "Gli automobilisti romani costretti ad usare necessariamente la propria vettura per raggiungere il luogo di lavoro pagheranno 1,50 euro all'ora per parcheggio ben il 50% in più rispetto al mese di luglio. Ma il vero dramma è che non potranno usufruire dell'abbonamento mensile e quello giornaliero". Così, stima Federconusmatori, il costo per parcheggiare passerà da 70 euro a 264 al mese, con un aumento di circa il 400%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Entro il 30 di ottobre - spiega l'associazione - l'intera città di Roma si dovrà adeguare a tale delibera". Un "ingiustificato e vessatorio" in una città come quella di Roma "in cui i servizi pubblici funzionano poco e male e in estate ancora meno, una scelta così radicale colpisce tutti i cittadini che abitano nelle periferie che sono costretti ad utilizzare il mezzo privato".

DOVE E QUANDO SI PAGHERA' DI PIU'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento