rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Politica

“Streets for kids”, torna a Roma l'evento che chiede più strade scolastiche

Dalla periferia al centro decine di iniziative in programma per il 21 ottobre

Sono già più di venti le adesioni arrivate per venerdì 21 ottobre. E’ quella la data scelta, a livello europeo, per lo “Street for kids”: l’appuntamento con cui si torna a chiedere più sicurezza intorno alle scuole. 

Cosa prevede lo Street for kids

Da San Paolo a Circo Massimo, passando per Monti, Alberone e Colli Aniene, sono decine le iniziative organizzate per riportare l’attenzione dell’amministrazione cittadina sul tema delle “strade scolastiche” e, quindi, della sicurezza per chi entra ed esce dai plessi. “A Roma sarà la terza edizione che da novembre viene lanciata, anche se nel 2021 era chiamata ‘tutti più per strada’ – ha spiegato Anna Becchi, responsabile della campagna ‘strade scolastiche’ per Clean Cities Italia – questa volta ci sono iniziative in cui è prevista una bike to school nel corso della mattina ed altre in cui, in aggiunta, si organizzano delle feste davanti la scuola, in strade che per l’occasione verranno chiuse”.

Le strade scolastiche a Roma

A Roma non sono ancora molte le “strade scolastiche” ad esser state realizzate. L’assessore alla mobilità Eugenio Patanè, lo scorso maggio, aveva annunciato che erano “in corso le operazioni di revisione finale degli studi di fattibilità relativi all’elenco dei 79 istituti scolastici, al termine delle quali saranno proposte soluzioni ottimizzate per ciascuno di essi”.  L’agenzia Roma servizi per la mobilità ha avviato uno studio in cui sono state proposte delle soluzioni, per ciascun plesso scolastico, tra 4 possibili classi di intervento. Ci sono quelli considerati “reversibili”, che prendono in considerazione “chiusure a vista” da parte della polizia locale o la sistemazione di elementi di arredo urbano. Ci sono poi quelli “irreversibili” che prevedono adeguamenti infrastrutturali o di trasformazione urbana che modificano in modo sostanziale il contesto e che possono essere ripristinabili solo attraverso nuove opere civili e appositi atti amministrativi.

Una sperimentazione in fase di sviluppo

Dall’assessorato capitolino fanno sapere che sono iniziati i monitoraggi sul posto per verificare le singole situazioni e per individuare, di concerto anche con le istituzioni locali, le soluzioni migliori per ciascun istituto scolastico. Nel municipio XV, ad esempio, è previsto un sopralluogo davanti 4 scuole proprio alla vigilia dello “Streets for kids”. Ma ci sono municipi dove i progetti sono in una fase più avanzata. E’ il caso del municipio I dove, peraltro, lo scorso settembre è stata inaugurata la strada scolastica di via Puglie, anche alla presenza del sindaco Gualtieri. Sempre nello stesso municipio si sta lavorando per la definitiva chiusura anche di via Bixio, dove si trova la scuola Di Donato.

Gli appuntamenti del 21 ottobre

Per la giornata del 21 ottobre, quindi, genitori, insegnanti ed alunni tornano a portare l’attenzione sulla questione della sicurezza stradale davanti le scuole. Con appuntamenti che, ha ricordato Anna Becchi, sono distribuiti ad ampio spettro visto che si va dalla scuola Malaspina, di via Antonino Pio, alla Garibaldi, di via Mondovì. Dalla scuola Giardineri, di via di Porta san Sebastiano alla Bonghi, nella zona di via Merulana, fino all’I.C. Paolo Stefanelli, in via Bellingeri nel municipio XIV” dov’è previsto un bike to school con la partenza da 3 stazioni di bicibus diverse per rivorarsi “con una carovana di bici colorate e musica, di bambini, insegnanti e genitori” si legge sulla sezione di Clean Cities legata all’inziativa romana.

Sicurezza stradale e qualità dell'aria

Ed a proposito della campagna Clean Cities, nel “City Ranking” recentemente pubblicato dalla ong, Roma risulta tra le città italiane con meno spazio dedicato a pedoni e bici. Aspetto che si lega anche ai dati del dossier Mal’Aria di Legambiente che, andando ad analizzare i dati riportati dalle centraline dell’Arpa Lazio, ha dimostrato che le principali concentrazioni di NO2 si verificano proprio a ridosso delle strade più trafficate.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Streets for kids”, torna a Roma l'evento che chiede più strade scolastiche

RomaToday è in caricamento