Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Una strada per Fabrizio Quattrocchi: Alemanno dice sì

L'idea del capogruppo del Pdl in consiglio comunale Dario Rossin ha incontrato i favori del Sindaco: “Dobbiamo riuscire a fare in modo che ci sia una strada per ricordare questo eroe moderno”

Roma e la toponomastica: un rapporto che negli ultimi tempi si è fatto difficile. Dopo le critiche per l'idea di intitolare una strada alla defunta madre del premier Silvio Berlusconi , all'ordine del giorno ora sale la proposta per l'intitolazione di una via a Fabrizio Quattrocchi, il componente italiano di una compagnia militare privata, rapito in Iraq e ucciso durante la prigionia da miliziani del gruppo autoproclamatosi "Falangi Verdi di Maometto".

Se nel caso della madre di Berlusconi il sindaco Alemanno aveva stoppato i colleghi di partito, nel caso di Quattrocchi ha invece annunciato di voler fare in modo di accelerare l'iter che porti all'approvazione. "Intitolare una strada a Fabrizio Quattrocchi è possibile anche se di solito bisogna aspettare 10 anni dalla morte”, ha spiegato il sindaco. “Dovremo vedere come superare le difficoltà perché dobbiamo riuscire a fare in modo che ci sia una strada per ricordare questo eroe moderno".

"Quattrocchi”, ha aggiunto il sindaco, “in qualche modo ha rappresentato un esempio in questo momento difficile a livello internazionale”. L'idea di una strada intitolata a Fabrizio Quattrocchi arriva dal consigliere comunale e capogruppo Pdl in consiglio Dario Rossin che ha spiegato: “Stiamo lottando con forza in Consiglio comunale per riuscire a dedicare una strada a Fabrizio Quattrocchi”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una strada per Fabrizio Quattrocchi: Alemanno dice sì

RomaToday è in caricamento